Lezione-spettacolo “Dante, il cinema della mente”

Lezione-spettacolo: un modo innovativo per far conoscere e amare il Sacro Poema. Accattivante il titolo “Dante, il cinema della mente”. La Lezione-Spettacolo prende spunto da un’intuizione di Italo Calvino, secondo cui le visioni dell’Aldilà si presentano a Dante come proiezioni cinematografiche. La performance è organizzata dalla Società Italiana “Dante Alighieri” -Comitato di Potenza (Presidente: Prof.ssa Maria Pennacchia Vertone) e Comitato di Salerno (Presidente: Prof.ssa Pina Basile)- e dalla “Associazione Giornalisti Valle del Sarno”. Essa sarà realizzata, martedì 20 aprile 2021 alle ore 18,30, in diretta streaming sulla Pagina Facebook della “Associazione Giornalisti Valle del Sarno”, dal Prof. Franco Salerno, autore de “Il Labirinto e l’Ordine”, Commento integrale alla “Divina Commedia”. Di grande prestigio i saluti istituzionali da parte del Prof. Alessandro Masi, Segretario generale della Società “Dante Alighieri”, della Prof.ssa Ida Valicenti, Presidente Comitato “Dante Alighieri” di Bucarest e docente dell’Università di Bucarest, e del Dott. Alessandro Sansoni, Segretario Nazionale Ordine dei Giornalisti.

Autorevoli e altamente qualificate le collaborazioni di musicisti (il Maestro Roberto Lodato, la “Ensemble Trotulae” e il Maestro Ugo Maiorano), danzatori (Tania e Rossella Maiorano e il gruppo del “Contrapasso” guidato dalla Prof.ssa Lella Lembo), attori (Vincenzo Rendina), autrici di brani di scrittura creativa (Dott.ssa Viridiana Myriam Salerno, Prof.ssa Melissa Chantal Salerno, Prof.ssa Carmen D’Avino e Prof.ssa Paola De Vivo) e consulenti per l’organizzazione (Dott.ssa Magda De Notariis e Dott.ssa Barbara Ruggiero). Fondamentale la regia da parte della Dott.ssa Susy Pepe. 

L’Evento “Dante, il cinema della mente” sarà trasmesso martedì 20 aprile, ore 18.30, in diretta streaming sulla pagina di Facebook Assostampa Campania Valle del Sarno (per chi non è iscritto a Facebook, basta digitare o copiare su google il seguente link: https://www.facebook.com/assostampavallesarno/)

Comunicazione in tempo di crisi, sabato il webinar

La comunicazione in tempo di crisi, incontro online per la festa di San Francesco di Sales. Appuntamento sabato 23 gennaio, dalle ore 15.30, sulla pagina Facebook Mensile Insieme e su quella dell’Assostampa Campania Valle del Sarno

Ritorna l’appuntamento di formazione e approfondimento promosso ogni anno in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono degli operatori della comunicazione. Il tema è: «Come gestire la comunicazione in tempo di crisi, tra deontologia e diritto di cronaca».

Il seminario si terrà sabato 23 gennaio, a partire dalle ore 15.30. A causa delle restrizioni imposte dal periodo pandemico, sarà online e sarà trasmesso sulla pagina Facebook Mensile Insieme e dell’Assostampa Campania Valle del Sarno.

L’iniziativa è promossa dall’Ufficio diocesano Comunicazioni sociali e dal mensile Insieme in collaborazione con la nostra Assostampa.

In calendario, ci sono i saluti istituzionali di Monsignor Giuseppe Giudice, vescovo della Diocesi di Nocera Sarno; di Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania; di Salvatore Campitiello, consigliere dell’Ordine dei Giornalisti della Campania; di Mimmo Falco, presidente Corecom Campania e di Barbara Ruggiero, presidente dell’Assostampa Valle del Sarno.

Poi gli interventi di:

Enza Cobalto, assessore alla Cultura e Beni culturali del Comune di Amalfi, insieme a Susy Pepe, giornalista e social media manager, racconteranno «L’esperienza di Casa Amalfi distanti ma vicini».

«Comunicare la pandemia sui territori» è l’argomento che approfondirà Aurora Torre, direttore di Telenuova. 

Lo psicologo e psicoterapeuta Antonio Francese interverrà su «Nervi saldi per comunicare la crisi».

A chiudere la carrellata di interventi sarà il filosofo, giornalista, scrittore e social media manager Bruno Mastroianni, che relazionerà su «Cosa dire, quando e perché, comunicando in tempo».

Ordine dei Giornalisti della Campania, invio bollino in formato elettronico

 Scatta l’invio formato elettronico dalla mail Ordine dei giornalisti della Campania <noreply@lascomail.com> dei bollini 2021 – da stampare e incollare all’interno del tesserino professionale – e dei dischi auto. Si ricorda a tutti che la quota, in assoluto da 14 anni la più bassa d’Italia, va pagata entro il primo febbraio p.v. L’innovazione è stata dettata dalla necessità di una spedizione più rapida.

    L’invio on line sulla posta ordinaria dei giornalisti sostituisce il tradizionale bollino adesivo. Chi ha ricevuto il bollino via posta non riceverà la mail

Ordine Giornalisti Campania – Lettera al Presidente De Luca su campagna vaccini

L’Ordine dei Giornalisti della Campania – presidente Ottavio Lucarelli, vicepresidente Mimmo Falco, consigliere Salvatore Campitiello (nostro vicepresidente) – ha scritto una lettera al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sulla campagna vaccini.
Eccola:

 
Ordine Giornalisti Campania – Lettera al Presidente De Luca su campagna vaccini  


L’Ordine dei Giornalisti della Campania ha inviato una lettera al Presidente della Regione Vincenzo De Luca segnalando, sulla base delle numerose richieste arrivate in questi giorni e comunque nel rispetto delle priorità, l’opportunità di inserire i giornalisti tra le categorie a rischio nella campagna vaccinale avviata.

Il 25 gennaio approfondimento sulla Carta di Assisi con Carlo Verna

“Le parole non sono pietre – Il decalogo della Carta di Assisi” è il tema che la Diocesi di Nocera  Inferiore-Sarno, in collaborazione con l’Assostampa Campania Valle del Sarno, propone ai giornalisti in occasione della festa di san Francesco di Sales, patrono degli operatori della comunicazione.
L’appuntamento è per sabato 25 gennaio, a partire dalle ore 9.00, presso la Casa “Iuvenescit Ecclesia” di via Napoli n° 16, a Nocera Inferiore.
Il convegno, riconosciuto per la formazione professionale continua dei giornalisti, sarà caratterizzato da un’analisi del manifesto deontologico sottoscritto ad Assisi da oltre 200 tra giornalisti, scrittori e associazioni.
Dopo i saluti di Salvatore D’Angelo, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi, Salvatore Campitiello, consigliere dell’Ordine dei giornalisti della Campania, e di Barbara Ruggiero, presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, a introdurre i lavori sarà mons. Giuseppe Giudice, vescovo della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno.
Tra gli interventi che caratterizzeranno la mattinata quello di Nico De Vincentiis, già capo della redazione beneventana del Roma, redattore de Il Mattino e corrispondente della Rai, e quello di mons. Doriano Vincenzo De Luca, delegato per la Campania della Federazione Italiana Settimanali Cattolici.
Molto attesa la relazione di Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, la cui presenza impreziosirà la mattinata di approfondimento deontologico.

Incontro con monsignor Bellandi

Lunedì mattina 11 novembre una delegazione della nostra Assostampa è stata ricevuta in Curia a Salerno da monsignor Andrea Bellandi, arcivescovo della Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno.
La delegazione -composta dal presidente Barbara Ruggiero, dal vicepresidente Salvatore Campitiello, dal presidente dei Probiviri Pasquale Cuofano, dal tesoriere Giuseppe Calabrese, dal consigliere delegato ai rapporti con le istituzioni religiose Salvatore D’Angelo, dalla consigliera Daniela Apuzza e dal componente dei Collegio dei Revisori dei Conti Annamaria Nitto – ha illustrato a mons. Bellandi le attività e l’impegno dell’associazione sul territorio.

Incontro con Fiammetta Borsellino. Diritto alla verità e deontologia dalla strage di via D’Amelio al giustizialismo mediatico

Successo straordinario per il Convegno, organizzato dall’ Associazione Forense Nova Juris con l’Ordine dei Giornalisti della Campania ed Assostampa Campania Valle del Sarno, tenutosi ieri pomeriggio, 7 novembre, presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città a Salerno, intitolato

“Diritto alla verità e deontologia: dalla strage di via D’Amelio al giustizialismo mediatico – Incontro con Fiammetta Borsellino”.
Più di quattrocentocinquanta partecipanti registrati, tra avvocati, giornalisti e cittadini interessati all’evento, oltre ad un gruppo di alcune classi del Liceo Classico-Scientifico-Linguistico “T. Lucrezio Caro” di Sarno e del Liceo Scientifico “Genoino” di Cava de’ Tirreni.
L’incontro è stato introdotto e moderato dal Presidente di Nova Juris – A.I.C.G., l’Avv. Luca Monaco.
E’ intervenuta Fiammetta Borsellino, figlia del Giudice Paolo, assassinato insieme agli Agenti della sua scorta nell’attentato mafioso di via D’Amelio.
Particolarmente appassionato ed apprezzato l’intervento della Borsellino, che si è soffermata sul presunto depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio, concludendo con un monito: “non c’è strada per la giustizia che non passi per la verità”.
Di grande spessore anche gli interventi degli altri relatori: il noto penalista Carlo Taormina, Ottavio Lucarelli (Presidente dell’ Ordine dei Giornalisti della Campania), Michele Giordano (Giornalista Rai), Cecchino Cacciatore (Vice Presidente Ordine degli Avvocati di Salerno), Diego Cavaliero (Magistrato presso la Corte di Appello di Salerno), Patrizio Rovelli (Avvocato del Foro di Cagliari), Antonella Mastrolia e Giovanna Sica (entrambe Avvocati e Componenti del Consiglio Direttivo di Nova Juris), Francesco Agosti.
Il Direttivo di Assostampa Campania Valle del Sarno, in rappresentanza del quale è intervenuta la giornalista Viridiana Myriam Salerno, si è dichiarato molto felice di questa nuova sinergia che si è rivelata davvero vincente.
Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente di Nova Juris, Luca Monaco, oltre che dalle componenti del Direttivo dell’Associazione, Antonella Mastrolia e Giovanna Sica, per la straordinaria riuscita dell’evento e per l’importanza di tutte le relazioni tecniche.

Premio Castellano, il resoconto della IX edizione


Un momento di riflessione sull’informazione e, da anni, l’occasione per consegnare riconoscimenti a giornalisti che si sono distinti sul piano locale e nazionale. È anche questo lo spirito del Premio giornalistico Mimmo Castellano, giunto ieri alla nona edizione.
L’evento, che si è svolto nell’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA). rappresenta uno dei fiori all’occhiello per l’Assostampa Campania Valle del Sarno che, fin dalla sua costituzione, ha inteso rendere omaggio a una personalità che ha dato tanto all’intera categoria.
La manifestazione, infatti – organizzata come ogni anno con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – ha lo scopo di onorare la memoria del compianto Mimmo Castellano, papà dei giornalisti, scomparso prematuramente dieci anni fa.
Come si ricorderà, Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Al suo nome sono legati numerosi riconoscimenti a favore della categoria come la legge 150/2000 sulla Comunicazione ed Informazione Istituzionale.

Nel corso della manifestazione – presentata da Giuseppe De Caro – sono stati consegnati riconoscimenti a giornalisti che operano nel campo dell’informazione locale e nazionale. Un premio alla memoria è stato consegnato a Mauro Senatore, figlio di Raffaele Senatore, storica voce e penna di Cava de’ Tirreni.
Ecco tutti gli altri riconoscimenti: Serena Bortone di Agorà/Rai3 (sezione tv nazionale); Genny Coppola di Canale 9 (sezione tv regionale); Asmae Dachan, freelance esperta di Medioriente (sezione stampa internazionale); Antonio Gnassi digital media e broadcast director dell’Universiade 2019 (sezione comunicazione digitale); Roberto Ritondale, redattore Ansa (sezione agenzie di stampa).
Riconoscimenti alla carriera sono stati consegnati a: Gerardo Capozza, segretario generale Aci ed ex capo del cerimoniale di Palazzo Chigi; Gianni Festa, direttore del Quotidiano del Sud; Sigismondo Nastri, storico e giornalista, punto di riferimento per la Costiera Amalfitana.
Premi speciali sono stati consegnati a: Catello Maresca, sostituto procuratore presso il Tribunale di Napoli; Monsignor Salvatore Nunnari, già consigliere nazionale Fnsi e vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria; Benedetto Casillo, giornalista e attore.
Nel corso della serata sono stati assegnati anche riconoscimenti per l’attività giornalistica a: Geppino D’Amico, giornalista e scrittore, da sempre punto di riferimento per i giornalisti del Vallo di Diano; Giuseppe Petrucciani, giornalista, da sempre impegnato per la categoria; Jeanlouis Pepe, addetto stampa presso l’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione del Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano; Nicola Castorino, giornalista e docente; Francesca Cutino, giornalista e scrittrice; Edoardo Tranchese, reporter e regista.
Due gli intermezzi musicali a cura della violinista Marzia De Nardo e un’esibizione di musica popolare del maestro Ugo Maiorano, ballerini Tanya Maiorano e Andrea Albero.
Tante le personalità civili, militari, politiche e religiose presenti all’evento. Tra questi anche Antonio Centore, capo della Repubblica di Nocera inferiore e l’ex procuratore Gianfranco Izzo.
L’intera famiglia Castellano – composta dalla moglie di Mimmo, Gabriella Punzo, e dalle figlie Anna e Patrizia e dalla sorella Rosanna – hanno presenziato alla manifestazione, presentando, nell’occasione, anche la nascente Assostampa intitolata proprio a Mimmo Castellano.
Il Premio Castellano è stato anche corso di formazione per giornalisti sul tema “La deontologia del giornalista e i linguaggi dell’informazione”.
Sul tema – dopo i saluti del sindaco di Castel San Giorgio Paola Lanzara, del sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino e del presidente dell’Assostampa Barbara Ruggiero – si sono confrontati Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania; Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti e del Corecom Campania; Carlo Parisi, direttore di Giornalisti Italia; Ezio Ercole, vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte.
Al termine della manifestazione, Salvatore Campitiello, consigliere regionale dell’Ordine dei giornalisti della Campania, nonché storico organizzatore del Premio, ha inteso salutare tutte le personalità civili e religiose che continuano con la loro presenza a dare lustro alla manifestazione.
Il titolare della Pasticceria Fatù ha inteso omaggiare gli ospiti – tra i quali il presidente nazionale dell’Ordine Carlo Verna – con una sua specialità, la pastiera di grano.

Domani la IX edizione del Premio Giornalistico Castellano

Si terrà domani, giovedì 31 ottobre 2019, la IX edizione del Premio Giornalistico “Mimmo Castellano”. L’evento è in programma alle ore 15 presso l’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA).

La manifestazione è uno dei fiori all’occhiello per l’Assostampa che, fin dalla sua costituzione, ha inteso rendere omaggio a una personalità che ha dato tanto all’intera categoria.

L’evento, infatti – organizzato come ogni anno dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – ha lo scopo di onorare la memoria del compianto Mimmo Castellano, papà dei giornalisti, scomparso prematuramente dieci anni fa.

Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Al suo nome sono legati numerosi riconoscimenti a favore della categoria come la legge 150/2000 sulla Comunicazione ed Informazione Istituzionale.

Nel corso della manifestazione – presentata da Giuseppe De Caro – saranno assegnati riconoscimenti a giornalisti che operano nel campo dell’informazione locale e nazionale. Un riconoscimento alla memoria sarà consegnato ai figli di Raffaele Senatore, storica voce e penna di Cava de’ TIrreni.

Ecco tutti gli altri riconoscimenti: Serena Bortone di Agorà/Rai3 (sezione tv nazionale); Genny Coppola di Canale9 (sezione tv regionale); Asmae Dachan, freelance esperta di Medioriente (sezione stampa internazionale); Antonio Gnassidigital media e broadcast director dell’Universiade 2019 (sezione comunicazione digitale); Roberto Ritondale, redattore Ansa (sezione agenzie di stampa).

Riconoscimenti alla carriera saranno consegnati a: Gerardo Capozza, segretario generale Aci ed ex capo del cerimoniale di Palazzo Chigi; Gianni Festa, direttore del Quotidiano del Sud; Sigismondo Nastri, storico e giornalista, punto di riferimento per la Costiera Amalfitana.

Premi speciali saranno consegnati a: Catello Maresca, sostituto procuratore presso il Tribunale di Napoli; Monsignor Salvatore Nunnari, già consigliere nazionale Fnsi e vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria; Benedetto Casillo, giornalista e attore.

Nel corso della serata saranno assegnati anche riconoscimenti per l’attività giornalistica a: Geppino D’Amico, giornalista e scrittore, da sempre punto di riferimento per i giornalisti del Vallo di Diano;  Giuseppe Petrucciani, giornalista, da sempre impegnato per la categoria; Jeanlouis Pepe, addetto stampa presso l’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione del Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano; Nicola Castorino, giornalista e docente; Francesca Cutino, giornalista e scrittrice; Edoardo Tranchese, reporter e regista.

La premiazione coincide con il corso di formazione per giornalisti sul tema “La deontologia del giornalista e i linguaggi dell’informazione” (6 cfu, prenotazione tramite piattaforma Sigef).

Sul tema – dopo i saluti istituzionali del presidente della Provincia, Michele Strianese, del sindaco di Castel San Giorgio, Paola Lanzara, e del presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno,  Barbara Ruggiero – si confronteranno: Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania; Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti e del Corecom Campania; Carlo Parisi, direttore di Giornalisti Italia; Alessandro Sansoni, componente della giunta esecutiva del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti; Salvatore Campitiello, consigliere dell’Ordine dei giornalisti della Campania.

Giovedì la IX edizione del Premio Castellano: ecco i premiati

Tutto pronto per la IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”.
La manifestazione si terrà giovedì 31 ottobre alle ore 15 presso l’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA).
L’evento – organizzato come ogni anno dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – ha lo scopo di onorare la memoria del compianto Mimmo Castellano, papà dei giornalisti, scomparso prematuramente dieci anni fa.
Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Al suo nome sono legati numerosi riconoscimenti a favore della categoria come la legge 150/2000 sulla Comunicazione ed Informazione Istituzionale.
Il Premio è uno dei fiori all’occhiello per l’Assostampa che, fin dalla sua costituzione, ha inteso rendere omaggio a una personalità che ha dato tanto all’intera categoria.

Nel corso della manifestazione saranno assegnati riconoscimenti a giornalisti che operano nel campo dell’informazione locale e nazionale.
Un riconoscimento alla memoria sarà consegnato ai figli di Raffaele Senatore, storica voce e penna di Cava de’ Tirreni.
Ecco tutti gli altri riconoscimenti: Serena Bortone di Agorà-Rai3 (sezione tv nazionale); Genny Coppola di Canale9 (sezione tv regionale); Asmae Dachan, freelance esperta di Medioriente (sezione stampa internazionale); Antonio Gnassi, team press media e comunicazione digitale dell’Universiade 2019 (sezione comunicazione digitale); Roberto Ritondale, redattore Ansa (sezione agenzie di stampa).
Riconoscimenti alla carriera saranno consegnati a: Gerardo Capozza, segretario generale Aci e già capo del cerimoniale di Palazzo Chigi; Gianni Festa, direttore del Quotidiano del Sud; Sigismondo Nastri, storico e giornalista, punto di riferimento per la Costiera Amalfitana.
Premi speciali saranno consegnati a: Catello Maresca, sostituto procuratore presso il Tribunale di Napoli; Monsignor Salvatore Nunnari, vescovo emerito, già consigliere nazionale Fnsi e vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria; Benedetto Casillo, giornalista e attore.
Nel corso della serata saranno assegnati anche riconoscimenti per l’attività giornalistica a: Geppino D’Amico, giornalista e scrittore, da sempre punto di riferimento per i giornalisti del Vallo di Diano; Giuseppe Petrucciani, giornalista, da sempre impegnato per la categoria; Jean Louis Pepe, addetto stampa presso l’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione del Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano; Nicola Castorino, giornalista e promotore del giornale nelle scuole; Francesca Cutino, giornalista e scrittrice.

La premiazione coincide con il convegno formativo per giornalisti sul tema “La deontologia del giornalista e i linguaggi dell’informazione”.
Sul tema – dopo i saluti istituzionali del presidente della Provincia, Michele Strianese, del sindaco di Castel San Giorgio, Paola Lanzara, e del presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, Barbara Ruggiero – si confronteranno: Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania; Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti e del Corecom Campania; Carlo Parisi, direttore di Giornalisti Italia; Alessandro Sansoni, componente della giunta esecutiva del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti; Salvatore Campitiello, consigliere dell’Ordine dei giornalisti della Campania.

Allieteranno la manifestazione le musiche di Ugo Maiorano e di Marzia De Nardo.