Formazione con Cucchi e Coppola, rinviato il corso

Il corso di formazione per giornalisti con Riccardo Cucchi e Gianfranco Coppola sul tema “Radiogol. Le emozioni del calcio alla radio. Informazione, storia e sport: i 60 anni di Tutto il calcio minuto per minuto” in programma sabato 7 marzo all’Auditorium di Pagani è rinviato a data da destinarsi.

La decisione è stata presa dall’Ordine dei giornalisti e dall’Assostampa Campania Valle del Sarno in seguito alle ulteriori restrizioni decise dal governo e dopo diverse segnalazioni di colleghi preoccupati per l’emergenza sanitaria che stiamo attraversando.

Cucchi e Coppola a Pagani: formazione su “Radiogol. Le emozioni del calcio alla radio. Informazione storia e sport: i 60 anni di Tutto il calcio minuto per minuto”

“Radiogol. Le emozioni del calcio alla radio. Informazione storia e sport: i 60 anni di Tutto il calcio minuto per minuto” è il tema del corso di formazione per giornalisti in programma sabato 7 marzo a partire dalle 9.45 a Pagani.

L’appuntamento è nella Sala Tommaso Maria Fusco dell’Auditorium di Pagani, in piazza Sant’Alfonso.

L’evento è organizzato dall’Ordine dei giornalisti nazionale e della Campania con l’Assostampa Campania Valle del Sarno con il patrocinio del Comune di Pagani.

Il momento di formazione – aperto al pubblico e non solo ai giornalisti iscritti al corso per i crediti formativi – sarà l’occasione per onorare i sessant’anni di storia della popolare trasmissione sportiva radiofonica di Radio1. Tutto il calcio minuto per minuto nasce il 10 gennaio 1960 e il fascino dell’informazione sportiva radiofonica resiste ai tempi, nonostante l’avvento della televisione e dei nuovi media.

A discuterne ci sarà una storica voce della trasmissione e delle cronache sportive, Riccardo Cucchi, assieme a Gianfranco Coppola, redattore capo vicario di Rai3 Campania.
Prima delle relazioni, in calendario ci sono i saluti del sindaco ff di Pagani, Anna Rosa Sessa, del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, del vicepresidente Mimmo Falco, del consigliere regionale Salvatore Campitiello e del presidente dell’Assostampa Barbara Ruggiero. Modera: Danilo Sorrentino.
L’evento vale 4 crediti formativi per gli iscritti all’Ordine dei giornalisti.

“I nuovi migranti italiani. Una corretta informazione”: corso di aggiornamento il 24 marzo

Venerdì 24 marzo alle ore 9, presso il Palazzo Vanvitelliano di Mercato San Severino sito in Piazza Ettore Imperio, si svolgerà il corso di aggiornamento gratuito sul tema “I nuovi migranti italiani. Una corretta informazione”.
Previsti gli interventi dei giornalisti Ottavio Lucarelli, Gennaro Sangiuliano, Mimmo Falco, Antonio Corbisiero e Salvatore Campitiello. Sul tema relazionano gli esperti: Maria Grazia Moffa, docente universitaria di Sociologia del lavoro e Francesco Palumbo, presidente dei giovani di Confindustria Salerno.
La durata del corso è di 4 ore. Ai partecipanti saranno assegnati 4 crediti formativi.
Sarà possibile iscriversi al corso fino a martedì 21 marzo.

Lunedì a Napoli la presentazione del libro “Mimmo Castellano – La forza del giornalismo”

invito_libro_castellanoLunedì 19 dicembre 2016, alle ore 9, presso l’Emeroteca Tucci di Napoli (Piazza Matteotti, 2), si terrà la conferenza stampa di presentazione di una pubblicazione sul giornalista Mimmo Castellano, scomparso il 18 giugno del 2008.
Titolo del libro: “Mimmo Castellano – La forza del giornalismo” a cura di Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo, edizione Realtà Sannita.
Nel volume si rievoca – con testimonianze di giornalisti e amici dello scomparso – la figura di un giornalista pubblicista molto noto e stimato, amato non solo in Campania ma in tutta Italia.
Nato a Napoli nel 1935 e vissuto a Castellammare di Stabia, Mimmo Castellano ha operato per oltre un quarantennio, fino agli inizi del duemila, nel mondo dell’informazione con alti incarichi nella Federazione Nazionale della Stampa Italiana dove fu vice segretario nazionale e segretario generale aggiunto e, nell’Ordine vice presidente del consiglio della Campania.
Nel libro il ricordo di Castellano e della sua opera è affidato alla penna di illustri colleghi giornalisti sia professionisti, sia pubblicisti. Questi ultimi meno conosciuti ma non per questo meno importanti, che hanno operato e operano nel mondo dell’informazione; una categoria che Mimmo Castellano aveva sempre difeso fino all’ultimo giorno della sua scomparsa.
La pubblicazione riporta le testimonianze del presidente dell’Ordine Nazionale, Enzo Iacopino, di Beppe Giulietti, presidente della FNSI, e poi ancora di Mimmo Falco, Ottavio Lucarelli, Franco Siddi, Giancarlo Tartaglia, Annamaria Barbato Ricci, Pino Blasi, Elisabetta Bruno, Marco Caramagna, Clemente Carlucci, Angelo Ciaravolo, Pasquale Cirillo, Gianfranco Coppola, Ermanno Corsi, Marcello Curzio, Antonio De Caro, Giuseppe De Girolamo, Vera De Luca, Armando De Rosa, Maurizio De Tilla, Lorenzo Del Boca, Pippo Della Corte, Nicola Di Monaco, Nino Di Somma, Ezio Ercole, Gianpaolo Esposito, Daniela Faiella, Gino Falleri, Mauro Fellico, Giovanni Fuccio, Gennaro Guida, Peppe Iannicelli, Gaetano Imparato, Mimmo Marcozzi, Vincenzo Massa, Sigismondo Nastri, Rita Occidente Lupo, Gennaro Pane, Enrico Paissan, Giuseppe Petrucciani, Franco Po, Attilio Raimondi, Riccardo Rampolla, Annamaria Riccio, Vittorio Roidi, Barbara Ruggiero, Nino Ruggiero, Francesco Russo, Mimmo Santonastaso, Antonio Sasso, Mario Vassalluzzo, Carlo Verna, Luigi Zappella.
Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo autori e curatori del libro, in collaborazione con Mimmo Falco e con l’Assostampa Campania Valle del Sarno, hanno raccolto e messo in ordine i vari contributi e tracciato un profilo di Castellano, l’uomo e il giornalista, con il quale hanno collaborato intensamente durante tutto il suo percorso terreno, umano e sindacale. Nella rassegna è presente anche il sentito ricordo del nipote, Claudio Lapice.
Il volume è corredato di fotografie, resoconti di tutte le manifestazioni di premiazione del “Premio Giornalistico Mimmo Castellano” giunto alla sesta edizione e istituito dall’Associazione Giornalisti Campania Valle del Sarno della quale è presidente Salvatore Campitiello.
Nell’occasione dell’evento, sarà presentato anche l’Inno nazionale dei giornalisti. Autori dei versi Franco Russo e della musica il maestro Mario Alfano.

Premio Mimmo Castellano – V Edizione

Premio 2013 al giornalista-col.Vincenzo Lauro Ritorna come ogni anno, e siamo alla quinta edizione, il Premio Giornalistico “Mimmo Castellano”. Quest’anno il Premio si terrà nell’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio, messa a disposizione dalla locale Amministrazione, giovedì 22 ottobre con inizio alle ore 16.
La manifestazione – organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Mimmo Castellano per moltissimi anni, fino a quando le condizioni di salute glielo hanno permesso, ha rappresentato in modo esemplare la categoria dei giornalisti ed è stato un punto di riferimento costante per il mondo dell’informazione e per i suoi addetti.

Egli è stato paladino di mille battaglie sindacali, vinte proprio grazie al suo impegno e alla tenacia con le quali ha sempre affrontato i problemi della categoria.
Mimmo Castellano è scomparso il 16 giugno del 2008 a Castellammare di Stabia e l’Assostampa Campania Valle del Sarno, fin dalla sua costituzione, si è proposta di onorarne la memoria con un premio giornalistico, giunto quest’anno alla quinta edizione. Il premio sarà assegnato ad alcuni prestigiosi colleghi che nel corso della loro carriera si sono particolarmente distinti in campo nazionale. Non sono stati trascurati, però, come sempre, nell’ottica di una più ampia visione di un lavoro difficile e spesso poco gratificante, colleghi che hanno operato e operano nel difficile campo dell’informazione locale, vera palestra di frontiera, e che si sono distinti nell’arte della verità e del buon giornalismo, nonostante gli ambienti spesso difficili in cui si trovano a operare.
Premio 2013 alla giornalista Lucia Annunziata
Presenzieranno all’evento:
– il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino;
– il presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli;
– il presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco.
Durante la serata sono previsti intermezzi musicali della solista Marzia De Nardo.

IL PRESIDENTE (Salvatore Campitiello)

No alle leggi bavaglio, sì alla tutela della privacy,

(News da Odg.it)
A ogni indagine della magistratura che coinvolge il mondo della politica tornano a levarsi voci e proposte che mirano a limitare l’esercizio del dovere di cronaca e, dunque, il diritto dei cittadini a essere informati.
Il Consiglio nazionale dei giornalisti ribadisce che la tutela della privacy non può essere confusa con il dovere dei giornalisti di pubblicare notizie che siano di rilevante interesse pubblico.
Il confine tra vicende private e notizia può essere labile e discutibile in alcuni casi, soprattutto quando si tratta di politici e personaggi pubblici. Ma esistono norme e regolamenti molto chiari in materia, la cui applicazione viene garantita dall’Ordine e dai Consigli di disciplina e, se necessario, dalla magistratura.
Il Cnog ritiene, dunque, inutili nuovi provvedimenti che avrebbero il solo scopo di impedire la pubblicazione di notizie di interesse generale, cosa che non può essere accettata.
I giornalisti non debbono essere i custodi dei segreti delle indagini.
Il Cnog ritiene che comportamenti anche di non diretta rilevanza penale rivestano in alcuni casi importanza ai fini della conoscenza dei fatti e ,dunque, siano di interesse pubblico.
I giornalisti ribadiscono la disponibilità a collaborare con le altre istituzioni, come sempre hanno fatto, per tutelare la privacy e il diritto all’informazione.

Semplicemente Joe, Nocera ricorda Giuseppe Marrazzo

“Semplicemente Joe” è il titolo dato al convegno che si è svolto lunedì sera a Nocera Inferiore per onorare la memoria del giornalista Giuseppe Marrazzo, a trenta anni dalla sua morte.
Nell’Aula Consiliare – alla presenza dei figli di Joe, Piero e Giampiero – dopo i saluti del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, dell’assessore alla Cultura Maria Laura Vigliar e di Salvatore Campitiello, presidente della nostra Assostampa, molti uomini di cultura e semplici cittadini hanno inteso ricordare Giuseppe Marrazzo.
Tra gli intervenuti alla manifestazione – organizzata con il patrocinio morale della nostra Assostampa – c’erano: Vito Faenza, giornalista e scrittore; Roberto Marino, caporedattore centrale de “Il Quotidiano del Sud”; Leonida Primicerio, Sostituto Procuratore Antimafia e Isaia Sales, docente di Storia delle mafie presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Ha moderato l’incontro l’opinionista Annamaria Barbato Ricci.
Tante le persone e i semplici cittadini dell’Agro che con la loro presenza alla manifestazione hanno inteso rendere omaggio a uno dei figli migliori di questa terra.
“Joe Marrazzo è stato un grandissimo giornalista. È l’orgoglio della categoria: ha rispettato sempre le fondamentali regole dell’informazione con un giornalismo di qualità che richiede la ricerca della verità dei fatti e il rispetto della dignità delle persone. A far grande Joe Marrazzo sono state anche le sue inchieste su mafia, camorra e ‘ndrangheta. Joe ci ha lasciato in eredità grandi valori e ci ricorda che per un giornalista è fondamentale tenere la schiena dritta ed essere cane da guardia contro gli abusi di potere e il malaffare”.
(foto di Ciro Paolillo)

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’evoluzione del mondo del lavoro. Sistema cooperativistico nell’ambito giornalistico

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella galleria, alcune immagini del convegno dal titolo “L’evoluzione del mondo del lavoro. Sistema cooperativistico nell’ambito giornalistico”. L’incontro di Formazione Professionale Continua per i giornalisti si è svolto sabato 28 febbraio a Villa Calvanese di Castel San Giorgio.
Hanno relazionato sul tema il presidente di Confidustria Salerno, dott. Mauro Maccauro e il presidente della Legacoop Campania, dott. Mario Catalano.