A Nocera tamponi gratis per i giornalisti

TAMPONI PER I GIORNALISTI. 

Il nostro vicepresidente, Salvatore Campitiello, a Nocera Inferiore questa mattina assieme agli operatori dei tamponi Asl. 

Vi ricordiamo che, in riferimento alla richiesta dell’Ordine dei giornalisti della Campania, presieduto da Ottavio Lucarelli, di sottoporre a tampone i giornalisti impegnati nell’informazione sul Covid, e per questo esposti a contatti a rischio, sarà possibile effettuare l’esame anche domani, giovedì 13 agosto, a Salerno, presso la sede direzione generale Asl Salerno – in Via Nizza 146 – a partire dalle ore 09.30.

È sufficiente presentarsi presso la sede indicata e dire che si è lì per il tampone ai giornalisti

Tamponi per i giornalisti

In riferimento alla richiesta dell’Ordine dei giornalisti della Campania di sottoporre a tampone i giornlisti impegnati nell’informazione sul Covid, e per questo esposti a contatti a rischio, vi informiamo che sarà possibile effettuare l’esame:

– mercoledì 12 agosto a Nocera Inferiore, presso la sede del 118, in Via Federico Ricco 60 – Ex sede Asl Salerno 1, a partire dalle ore 08.30

– giovedì 13 agosto a Salerno, presso la sede direzione generale Asl Salerno – in Via Nizza 146 – a partire dalle ore 09.30.

È sufficiente presentarsi presso le due sedi indicate e dire che si è lì per il tampone ai giornalisti

“Radiogol. Le emozioni del calcio alla radio”, formazione a Pagani il 7 marzo

Da ieri sono aperte le iscrizioni per il corso di formazione per giornalisti sul tema “Radiogol. Le emozioni del calcio alla radio. Informazione, storia e sport: i 60 anni di Tutto il calcio minuto per minuto”.
Il corso si terrà nella Sala Tommaso Maria Fusco dell’Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Pagani sabato 7 marzo.
Le iscrizioni vanno effettuate solo ed esclusivamente tramite piattaforma Sigef.

Resto al Sud, incentivi anche per nuove aziende editoriali

Vi segnaliamo l’opportunità di ricevere finanziamenti per l’avvio di nuove attività nel Mezzogiorno con l’incentivo “Resto al Sud”, rivolto a professionisti e under 46.
Maggiori informazioni sono disponibili a questo link
Qualora ne abbiate bisogno, per la preparazione della domanda si è dichiarata disponibile la nostra collega commercialista Annamaria Nitto (cell. 3382991540 – da contattare solo di mattina), componente del nostro Collegio dei Revisori dei Conti, che ha instaurato con la nostra associazione un rapporto di convenzione.

I droni a servizio dell’informazione: la nuova frontiera del giornalismo

Il ruolo dei droni nell’informazione, tecniche e regolamentazione. C’è anche questo nel corso di formazione che si è svolto ieri al Castello Mediceo di Ottaviano.
L’incontro, che rientra nella formazione professionale continua obbligatoria per giornalisti, è stato organizzato dal Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, con il Movimento Unitario dei Giornalisti e l’Assostampa Campania Valle del Sarno.
Presenti: Biagio Simonetti, assessore alla Cultura del Comune di Ottaviano; Barbara Ruggiero, presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno; Salvatore Campitiello, consigliere regionale dell’Ordine dei giornalisti della Campania. Gli interventi sono stati di Francesca Paola Esposito, introduzione e panoramica sul binomio droni e informazione; Luca Spadaro, centri di addestramento, funzioni, tipologie di corso, normativa, esempi di utilizzo; Nicola Zannotti, panoramica generale sui mezzi presenti sul mercato e sulle loro caratteristiche; Luca Sodano, dimostrazione pratica. L’incontro è stato moderato dal giornalista Francesco Gravetti.
(foto di Rino D’Antonio, Luigi Buonaiuto e Paolo Novi)

100 donne

Nella giornata internazionale della donna che ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo riportiamo un significativo articolo della collega originaria di Vico Equense, Maria Pia Rossignaud, premiata il 5 dicembre scorso all’ edizione dell’8^ Premio Mimmo Castellano, organizzata dall’Assostampa Campania Valle del Sarno.
……………………………………………………

GENDER GAP: DISIGUAGLIANZE TRA GENERI
Cento donne cambieranno l’Italia ed il lavoro

*di Maria Pia Rossignaud

Donne e lavoro, nel meridione: è particolarmente difficile la situazione delle giovani tra i 25 e i 34 anni, età di avvio del percorso lavorativo. Mentre In Europa lavora il 70,5% delle donne in questa fascia di età, in Italia la media si ferma al 52,7% e solo grazie alla buona performance delle regioni del Nord. Al Sud, infatti, la percentuale si ferma al 34,2% con la Calabria e la Sicilia che non arrivano al 30%.
Parliamo di Gender gap che significa diseguaglianza fra generi. Le statistiche parlano chiaro, infatti i tassi di occupazione femminili in Italia sono migliori solo a quelli della Grecia. Nel 2018 l’Italia registra un tasso di occupazione femminile più basso della media europea – 48,9% contro 62,4%, secondo l’Istat – piazzandosi penultima nella classifica Ue. Peggio di noi fa solo la Grecia.

Di diseguaglianza quale emergenza Paese si è parlato in una mattinata di confronto con i giovani allievi dell’Istituto Alberghiero T. De Gennaro a Vico Equense. Con Maria Lippiello, Annella Prisco, Ida Palisi e Michelangela Barba, protagoniste del territorio campano, abbiamo cercato di condividere con i giovani temi che servono a fare la differenza in ogni Paese-
Maria Lipiello, Michelangela Barba sono anche tra le protagoniste del libro le “Cento Donne che cambieranno l’Italia” volume a cura di Marta Ajò, promosso dagli Stati generali delle Donne, associazione presieduta da Isa Maggi. Il testo ha lo scopo di fornire una mappatura delle donne impegnate nel sociale, nella politica territoriale nonché nelle professioni.
L’impegno di tutte queste donne è volto ad abbattere i soffitti di cristallo, infatti durante il dibattito si è parlato anche di diseguaglianza salariale che è stata definita globalmente come il più grande furto della storia. Le donne ricevono il 23% in meno a fronte del medesimo impegno lavorativo, significa che per ogni dollaro guadagnato da un uomo, una donna guadagna 77 centesimi.
Ci vorranno 70 anni, secondo i trend storici registrati, per colmare il gender pay gap ma senza uno sforzo comune forse di anni ce ne vorranno di più. Il libro le Cento donne che cambieranno l’Italia è una banca dati per fare conoscere chi è impegnato quotidianamente a ottimizzare l’apporto di genere ai grandi cambiamenti economici, sociali e alle sfide che si pongono per la costruzione di un futuro sostenibile e paritario. Il sommerso delle competenze femminile, come viene spiegato nel testo, è ampio ed è uno dei motori trainanti per lo sviluppo del nostro Paese.

Il gender gap, nasce per il peso dell’assistenza che ricade prevalentemente sulle donne, il congedo che è sempre di maternità… e chi più ne ha più ne metta. La giornata simbolo dell’equal pay day, che quest’anno in Italia è caduta il 3 novembre, indica la data a partire dalla quale le donne, rispetto ai colleghi, non sono più retribuite: nel 2018 le donne nel nostro paese hanno lavorato gratis per 58 giorni, il 16% dell’ anno.
La commissario per la politica regionale Corina Cretu a Bruxelles ha sentito l’esigenza di riflettere sull’uguaglianza di genere nelle città: le donne rappresentano solo il 15% di tutti i sindaci dell’Ue. Garantire l’uguaglianza di genere a livello locale e diffondere pratiche innovative di equità urbana e governance è l’obiettivo della commissari perché è necessario che in ogni città nascano iniziative per sostenere l’uguaglianza di genere.

*direttrice di Media Duemila e dell’Osservatorio di TuttiMedia.
Giornalista di Vico Equense

L’Assostampa Campania Valle del Sarno è vicina ai colleghi de La Città e di TeleDiocesi e condivide le iniziative dell’Ordine dei giornalisti della Campania

L’Assostampa Campania Valle del Sarno è vicina ai colleghi de La Città e di TeleDiocesi e condivide le iniziative dell’Ordine dei giornalisti della Campania:

Quattro lettere di licenziamento consegnate nella redazione del quotidiano La Città, quattro licenziamenti annunciati a TeleDiocesi. A Salerno è emergenza informazione. Nonostante la grande manifestazione che si è svolta in Comune e nonostante l’intervento del prefetto, la proprietà del quotidiano La Città ha consegnato le lettere a quattro giornalisti tra i quali anche due sindacalisti componenti del Comitato di redazione. Nella stessa giornata gli amministratori di TeleDiocesi hanno annunciato ai sindacati il licenziamento di quattro redattori su sei. Un quotidiano e un’emittente televisiva falcidiati a causa di gestioni sbagliate nonostante l’impegno e i grandi sacrifici dei giornalisti. L’Ordine dei giornalisti, che ieri si è stretto con tutte le componenti nazionali e locali al fianco dei giornalisti de La Città, denuncia un’emergenza informazione che deve chiamare Salerno e la Campania ad una grande mobilitazione, ad un tavolo istituzionale per salvare i posti di lavoro e per salvaguardare due testate giornalistiche fondamentali per l’informazione e per l’opinione pubblica a Salerno e in Campania.

“Welfare, economia e finanza: come comunicare”: convegno ieri a Nocera Inferiore

“Welfare, economia e finanza: come comunicare” è il titolo del corso di formazione per giornalisti svoltosi ieri a Nocera Inferiore.
Dopo i saluti del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli; del presidente dell’Assostampa Salvatore Campitiello; del Vescovo della Diocesi di Nocera Sarno, davanti a un’attenta platea si sono susseguiti gli interessanti interventi di: Maurizio Carucci, giornalista economico di Avvenire; Alessandro Sacrestano, direttore responsabile di Costozero; Sante Attolini, esperto di economia e finanza. Ha moderato l’incontro Maria Rosaria Petti.
Nelle immagini di Luciano Squitieri e Antonello Venditti il racconto della giornata:

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fassostampavallesarno%2Fposts%2F871271976538327&width=500

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fassostampavallesarno%2Fposts%2F871293693202822&width=500

Minacce ai giornalisti, Comitato Ordine pubblico riunione con l’Ordine della Campania

Nella mattinata odierna si è tenuta, presso la Prefettura di Napoli una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica presieduta dal Prefetto, Carmela Pagano, alla presenza del Questore De Iesu, e dei Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri, Del Monaco, e della Guardia di Finanza, D’Alfonso.

Il comitato ha esaminato, tra l’altro, i seguenti temi:

1. Misure di sicurezza per le festività natalizie e di fine anno.
Alla presenza dei rappresentanti del Comune di Napoli, della VI Zona Polizia di Frontiera, della Commissione regionale ABI e del Compartimento Poste Italiane, dei dirigenti della Polaria, dei Compartimenti Polstrada e Polfer, è stata effettuata una verifica congiunta delle pianificazioni di sicurezza approntate per le prossime festività natalizie e di fine anno, nel quadro della generale intensificazione delle attività di controllo del territorio, da parte delle Forze dell’Ordine, con il coinvolgimento dei corpi di polizia locale, nelle zone cittadine più interessate dalla presenza di turisti, come le aree museali, il centro storico, le zone della movida, il lungomare, porti, aeroporti, stazioni e arterie stradali nonché in occasione degli eventi organizzati durante le festività, con particolare riferimento al 24 dicembre e a capodanno.
Uno specifico programma di controlli riguarderà le discoteche.
Particolare attenzione è stata dedicata anche all’intensificazione delle attività di controllo di fabbriche, depositi ed esercizi di minuta vendita di fuochi e giochi pirotecnici nonché all’azione di contrasto della vendita di prodotti contraffatti e di giocattoli pericolosi.
2. Intimidazioni e minacce ai giornalisti misure a tutela della libertà di stampa.
Alla presenza del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, dott. Ottavio Lucarelli, è stato esaminato il fenomeno di atti intimidatori nei confronti di giornalisti, per il quale, a tutela della sicurezza dei medesimi e della libertà di informazione, costituzionalmente garantita, presso il Ministero dell’Interno opera un Centro di coordinamento ed un organismo di supporto per il monitoraggio, l’analisi e lo scambio di informazioni.
E’ stato sottolineato dal dott. Lucarelli che un canale emergente e privilegiato per detti atti intimidatori è costituito dai social.
Nello specifico, a fini di potenziamento della prevenzione, si è ritenuto di attivare un canale di comunicazione diretto tra l’Ordine dei Giornalisti e i vertici delle Forze di Polizia.
Il Presidente dell’Ordine inoltre sensibilizzerà i propri iscritti a segnalare ogni episodio afferente al fenomeno.
Le modalità convenute si aggiungono alla stretta collaborazione già esistente tra Prefettura, le Forze dell’Ordine e l’Ordine dei Giornalisti nonché alle misure di tutela già attive nei confronti di giornalisti, destinatari di minacce, in quest’area Metropolitana.

3. Comune di Volla. Potenziamento del controllo del territorio.
Alla presenza del Sindaco di Volla, è stata esaminata la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica in quel territorio, in cui si è registrato, negli ultimi tempi, qualche episodio che ha suscitato allarme sociale, come la sparatoria verificatasi il 23 ottobre u.s.. Al riguardo, è stata assicurata una particolare, ulteriore attenzione attraverso servizi straordinari di controllo del territorio a cura della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, la cui efficace presenza e operatività sul proprio territorio è stata ampiamente riconosciuta dal Sindaco.

4. Pianificazioni di sicurezza in ambito portuale.
Il Comitato ha approvato, infine, con la partecipazione della VI Zona Polizia di Frontiera, la congruità dell’aggiornamento della pianificazione di sicurezza, predisposta dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centrale, di alcune infrastrutture portuali anche con riferimento allo svolgimento delle Universiadi.