Scuola e Giornalismo a braccetto con l’Assostampa Campania Valle del Sarno al Liceo “Gallotta” di Eboli

L’Assostampa Campania Valle del Sarno ha fatto visita al Liceo Scientifico “Gallotta” di Eboli, diretto da Anna Gina Mupo, apprezzando positivamente l’interessante progetto triennale che ha visto coinvolti gli studenti in un percorso di alternanza scuola-lavoro. Un progetto che ha ampiamente e decisamente valorizzato la comprensione del mondo dell’informazione, potenziando le abilità comunicative degli alunni ed offrendo loro la possibilità di acquisire importanti competenze spendibili nel mondo del lavoro.
Guidati dai tutor, il giornalista Nicola Castorino e dalla docente Angela D’Angelo, i giovani redattori hanno intrapreso e completato un percorso formativo volto alla promozione sperimentale di un’avvincente attività professionale con l’obiettivo di curare un giornale d’Istituto “La Voce delle Scuole” in sinergia anche con Le Cronache di Salerno diretto da Tommaso D’Angelo. Un giornale che offre ottimi spunti, dall’editoriale all‘intervista, dal servizio di inchiesta all’approfondimento, dall’articolo di cronaca all’attualità, dalle problematiche giovanili alle attività svolte nell’Istituto e poi spazio alle rubriche sportive e di arte, cultura e spettacolo. Attraverso un attento reperimento di notizie, verifica della correttezza e completezza dei dati, c’è stata un’interessante progettazione giornalistica ricca di articoli, vignette e contenuti fotografici ben strutturati.
Salvatore Campitiello, presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno e consigliere dell’ Ordine Nazionale, attraverso esempi concreti ha fatto comprendere agli studenti la bellezza ma anche la complessità di questo mestiere fatto di verità e rispetto di regole deontologiche, nonché la professionalità che deve animare un giornalista. “L’Ordine dei giornalisti – ha dichiarato Campitiello – ritiene sì importante la lettura dei giornali nelle scuole, ma fondamentale la costruzione degli stessi in tutti gli istituti di ogni ordine e grado. Perché gli insegnanti giornalisti e gli allievi hanno il tempo di far conoscere a fondo tutte le problematiche connesse alla professione-missione di giornalista. Dato importante è far comprendere il valore dell’informazione, cioè raccontare nei resoconti informativi la verità nel rispetto della dignità di ogni persona. Ciò aiuterà a crescere la formazione critica di ognuno per consentirgli di farlo decidere con autonomia e coscienza”.
Altra tematica importante cui mira il progetto scolastico è l’importanza di una corretta e controllata fonte della notizia. A tal proposito è intervenuta anche Brigitte Esposito, giornalista dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, conduttrice per diversi anni del concorso “Fare il giornale nelle scuole”, che ha illustrato agli studenti il bello, il brutto e il cattivo uso dei social. È fondamentale insegnare ai ragazzi a comprendere il proprio territorio attraverso l’informazione, ma anche stimolarli continuamente attraverso un’intelligente lettura critica delle notizie con un utilizzo consapevole delle tecniche dell’informazione e delle tecnologie digitali. Il giornale, oggi, non è più soltanto cartaceo, le notizie non solo si possono cercare in tempo reale su rete e social network, ma spesso, grazie alle nuove tecnologie, ci giungono fin sullo smartphone anche quando non specificamente richieste. È necessario, dunque, stare attenti alle fonti e sviluppare un pensiero critico per non cadere nelle trappole di bufale e cattiva informazione.

Lutto Fasolino

FasolinoLa notizia che non avresti mai voluto avere e che non avresti mai voluto dare. Dopo un lungo braccio di ferro ingaggiato con il destino, è scomparso Francesco Fasolino, nostro vecchio amico, socio fondatore dell’Assostampa Campania Valle del Sarno.
Sgomenti e attoniti, vogliamo ricordarlo a tutti i soci e a tutti gli amici che probabilmente – a causa dei suoi molteplici impegni professionali – lo conoscevano solo di nome.
Francesco, laureato in Filosofia, da poco in pensione dopo una vita dedicata interamente alla scuola, era un uomo buono, colto e sincero. Amava questa nostra terra martoriata e amava tanto la vita associativa della nostra organizzazione. Da oggi ci mancheranno i suoi amichevoli appunti, le sue disquisizioni socio-politiche, ma ci mancherà soprattutto il suo franco sorriso.
Alla moglie e ai cari figli l’Assostampa Campania Valle del Sarno porge i sensi del più sentito e profondo cordoglio. Ciao Francesco, resterai per sempre nei nostri cuori.
La salma di Fasolino giungerà domani mattina, venerdì 10 giugno, alle ore 11 presso la Collegiata di San Giovanni Battista in Angri dove alle ore 15.30 si terranno i funerali.

Approvato il bilancio in Assemblea

L’Assostampa Campania Valle del Sarno ha approvato all’unanimità il bilancio 2015 e il preventivo 2016.
La riunione si è svolta domenica 15 maggio in un noto locale dell’Agro.
Dopo la relazione del presidente Salvatore Campitiello, sul tema del rinnovo delle cariche sociali si sono registrati interventi di vari colleghi. Sono state chieste modifiche dello Statuto per garantire le quote rosa e per limitare il mandato delle cariche sociali.
Il presidente Campitiello ha rassicurato che le proposte saranno portate all’ordine del giorno nelle prossime assemblee.
In vista delle elezioni per il rinnovo dei vertici dell’Assostampa, coloro che intendono dare un fattivo contributo alla causa dell’associazione possono presentare già la propria candidatura.

Le foto dell’assemblea a cura di Ciro Paolillo:

Deontologia e progettazione scolastica: formazione il 27 febbraio a Nocera

Sabato 27 febbraio 2016 (ore 9/13) si terrà il seminario gratuito di aggiornamento per giornalisti sul tema “La deontologia nella tecnica della progettazione scolastica”. Il corso – che dà diritto all’acquisizione di 6 crediti formativi – è organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Campania in collaborazione con l’Assostampa Campania Valle del Sarno.
A relazionare sul tema ci saranno i giornalisti Annamaria Bove, Annamaria Riccio, Salvatore Campitiello e Mimmo Falco.
Il seminario si terrà presso l’Auditorium della Parrocchia di San Giovanni Battista a Nocera Inferiore (SA), in via Cicalesi n.86 (alle spalle della sede Inps di Nocera Inferiore).
Sarà possibile iscriversi al corso dal 10 al 24 febbraio solo ed esclusivamente tramite piattaforma Sigef

L’Assostampa informa

Sono in riscossione fino al 31 gennaio le quote annuali dell’Ordine dei giornalisti 2016. L’Assostampa Campania Valle del Sarno, come per gli anni passati, si rende disponibile al versamento delle quote per conto di chi ne faccia richiesta. Chi fosse interessato è pregato di contattare il presidente Salvatore Campitiello al più presto e sicuramente non oltre il 28 gennaio p.v. per ovvi motivi di organizzazione.

Sabato 23 gennaio 2016 dalle ore 9.00/13.00, presso la Cattedrale di San Prisco in via Vescovado a Nocera Inferiore (SA), si terrà un corso di formazione per giornalisti sul tema “La deontologia giornalistica con il Giubileo della comunicazione, tra l’informazione che non giudica e la Misericordia ai tempi di internet, radio e tv”. Ai partecipanti saranno assegnati 6 crediti formativi. Sarà possibile effettuare l’iscrizione al corso a partire da giovedì 14 gennaio.

Il 1 gennaio 2016 è entrata in vigore la normativa di legge che prevede l’obbligo formativo anche per i nuovi iscritti all’Ordine dei giornalisti. Ricordiamo a coloro che non lo avessero ancora fatto che per l’iscrizione ai corsi è propedeutica la registrazione alla piattaforma Sigef (https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/)

28 giorni, storie di madri: lunedì scorso la presentazione a Scafati

IMG_5500

Da sin: il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti; il presidente della commissione cultura del comune scafatese, Brigida Marra; il presidente dell’Assostampa Valle del Sarno, Salvatore Campitiello; l’autrice del libro, Francesca Cutino; l’editore Lucia De Cristofaro, il giornalista Alfredo Salucci e la presentatrice Lia Cutino

Lunedì 4 gennaio a Scafati è stato presentato il libro “28 giorni – storie di madri”, opera prima di Francesca Cutino.
“28 giorni – storie di madri” è una raccolta di avventure ispirate da storie reali di vita vissuta, di mamme che hanno scelto la condivisione alla reticenza, ascoltate per caso, durante una visita dal ginecologo o al mare, sotto l’ombrellone. È un libro di cuore, che accarezza il cuore di chi ha provato la gioia immensa di essere madre, con tutto il proprio amore e la voglia di raccontarsi”: è questo e tanto altro ciò che riserva ai propri lettori Francesca Cutino con la sua prima opera “28 Giorni – Storie di Madri”. Una serie di racconti struggenti ed appassionati, capaci di far entrare il lettore nella mente di tante madri, condividendone gioie, ansie, paure e felicità.
In occasione della prima presentazione ufficiale, presso la Biblioteca “F. Morlicchio” di Via Galileo Galilei a Scafati, hanno discusso del tema: l’autrice, già giornalista pubblicista ed oggi responsabile della comunicazione presso diverse Commissioni Consiliari della Regione Campania, la giornalista e scrittrice Lucia de Cristofaro, Presidente della Albatros Edizioni e il dottore Alfredo Salucci, giornalista. Ha moderato l’incontro la giornalista Lia Cutino.
Sono intervenuti, inoltre, il sindaco di Scafati Pasquale Aliberti, il presidente della commissione cultura del comune di Scafati Brigida Marra, e del Presidente Assostampa Valle del Sarno Salvatore Campitiello, tutti entusiasti di questo esordio letterario. L’evento, infatti, è stata anche un’occasione per conoscere meglio la Cutino nella sua veste letteraria, intenta a raccontare con il suo “28 Giorni – storie di madri” uno spaccato di realtà familiari, fra riflessioni sulla vita e su quello che ogni giorno ci circonda. Nascita, amore, istinto materno ed emozioni anche contrastanti sono gli ingredienti di un’opera che coinvolge il lettore fino all’ultima pagina, tocco magistrale di una madre e scrittrice vera per un’altra grande storia firmata Albatros Edizioni.

Ciao Vera, ci mancherai

  Dopo una breve malattia, si è spenta a Napoli la cara esistenza della collega giornalista Vera De Luca. Nulla ha potuto la sua forte fibra nei confronti di un male incurabile che l’ha portata via all’età di 67 anni.
L’Assostampa Campania Valle del Sarno ha avuto l’onore di averla avuta tra i soci fondatori. Il Presidente, il Consiglio Direttivo e tutti i soci, affranti, ne piangono la prematura scomparsa e si stringono al dolore del marito, Harry De Prisco, compagno di vita premuroso e inseparabile, e della figlia Sonia.
Vera De Luca, di origini paganesi, aveva iniziato in giovane età la sua attività giornalistica. Negli anni Settanta aveva cominciato a collaborare con il quotidiano “Roma”. Tra le sue collaborazioni, ricordiamo, tra le tante, quella con il quotidiano “Il Golfo” e “Metropolis”.
Di particolare rilievo anche il suo impegno a favore della categoria: tra i promotori del Movimento Unitario Giornalisti della Campania, era anche Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e Vice Presidente dell’Associazione Giornalisti Europei..
I funerali si terranno domani, domenica 3 gennaio, alle ore 10 nella chiesa di San Luigi in via Petrarca a Napoli.

Marco Contursi vince la quarta edizione del premio gastronomico “Ezio Falcone”

12388019_10205342165821535_1821130696_nMarco Contursi, giornalista di Scafati, socio dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, con la ricetta “Un fusillo che si crede raviolo”, vince la quarta edizione del premio gastronomico ‘Ezio Falcone’, dedicato alla memoria dell’appassionato studioso di storia gastronomica della costiera.L’evento, che ha fatto registrare il sostegno del GAC (Gruppo di Azione Costiera Amalfitano Sorrentino, Regione Campania, Fondo Europeo Pesca), con capofila il Parco dei Monti Lattari, rientra nella tre giorni dedicata alla “Festa della Colatura di alici”, che si tiene a Cetara, e che ha riscosso anche quest’anno una entusiasmante partecipazione. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal sindaco Secondo Squizzato e curata dall’assessore alla Cultura Angela Speranza.

Successo per la V edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”

Questo slideshow richiede JavaScript.

In una sala gremita e attenta si è svolta a Castel San Giorgio la V Edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”.
La manifestazione, organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno, anche quest’anno ha inteso onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
I premiati di quest’edizione:
Premio alla carriera:
Antonio Preziosi, già direttore di Rai Radio 1 e del Giornale Radio Rai, nonché direttore ad interim di Rai GR Parlamento;
Andrea Pancani, vicedirettore del Tg La7, responsabile e conduttore di “Omnibus”, autore e conduttore de “L’Aria d’estate”;
Maria Buono, conduttrice del Tg della notte di Rainews24;
Antonio Caiazza, redattore della testata giornalistica regionale Rai – Friuli-Venezia
Giulia.
Premio giovani: Michela Anna Giulia Iaccarino, freelance, ha collaborato con La Stampa in occasione della guerra in Ucraina e con il Fatto Quotidiano seguendo l’emergenza greca ad Atene.
Premio foto-cineoperatori: Mario Marra dell’emittente televisiva regionale Telenuova.
Premio Web: Amedeo Santaniello, direttore responsabile di http://www.angri.info.
Premio speciale economia: Amedeo Sacrestano, collaboratore del Gruppo Sole 24 ore. Premio speciale medicina:Giulio Tarro, virologo, scienziato di fama internazionale, collaboratore di riviste scientifiche.
Riconoscimento speciale carriera artistica:
Gigi Savoia, attore, seguace e cultore del grande Eduardo;
Leonardo Ippolito, produttore della storia artistica musicale napoletana, dall’epoca di
Piedigrotta e dei Festival di Napoli.
Riconoscimento speciale: Luigi Francesco De Leverano, Generale di corpo d’armata, comandante del secondo comando forze di difesa, per il centro sud e isole.
Riconoscimento particolare: Gianfranco Izzo, Procuratore generale della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore per l’attenzione mostrata nei confronti della stampa.
Hanno presenziato: il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino e il presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco. Nei loro interventi hanno parlato di etica, deontologia professionale e delle difficoltà in cui versa la professione, invitando i giornalisti a fare squadra per la risoluzione dei problemi della categoria. L’evento è stato insignito delle prestigiose medaglie conferite dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dal presidente del Senato, Pietro Grasso.
Tante le autorità civili, militari e religiose presenti. Hanno fatto pervenire i loro saluti il Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri e il Vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno – impossibilitati a intervenire.
L’Amministrazione Comunale di Castel San Giorgio è stata presente con l’assessore Maria Immacolata Sica e con il consigliere Aniello Capuano; quella della Provincia di Salerno con l’assessore Mimmo Volpe.
La serata è stata allietata da intermezzi musicali a cura dell’artista Marzia De Nardo.

Premio Mimmo Castellano – V Edizione

Premio 2013 al giornalista-col.Vincenzo Lauro Ritorna come ogni anno, e siamo alla quinta edizione, il Premio Giornalistico “Mimmo Castellano”. Quest’anno il Premio si terrà nell’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio, messa a disposizione dalla locale Amministrazione, giovedì 22 ottobre con inizio alle ore 16.
La manifestazione – organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Mimmo Castellano per moltissimi anni, fino a quando le condizioni di salute glielo hanno permesso, ha rappresentato in modo esemplare la categoria dei giornalisti ed è stato un punto di riferimento costante per il mondo dell’informazione e per i suoi addetti.

Egli è stato paladino di mille battaglie sindacali, vinte proprio grazie al suo impegno e alla tenacia con le quali ha sempre affrontato i problemi della categoria.
Mimmo Castellano è scomparso il 16 giugno del 2008 a Castellammare di Stabia e l’Assostampa Campania Valle del Sarno, fin dalla sua costituzione, si è proposta di onorarne la memoria con un premio giornalistico, giunto quest’anno alla quinta edizione. Il premio sarà assegnato ad alcuni prestigiosi colleghi che nel corso della loro carriera si sono particolarmente distinti in campo nazionale. Non sono stati trascurati, però, come sempre, nell’ottica di una più ampia visione di un lavoro difficile e spesso poco gratificante, colleghi che hanno operato e operano nel difficile campo dell’informazione locale, vera palestra di frontiera, e che si sono distinti nell’arte della verità e del buon giornalismo, nonostante gli ambienti spesso difficili in cui si trovano a operare.
Premio 2013 alla giornalista Lucia Annunziata
Presenzieranno all’evento:
– il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino;
– il presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli;
– il presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco.
Durante la serata sono previsti intermezzi musicali della solista Marzia De Nardo.

IL PRESIDENTE (Salvatore Campitiello)