Bando per ADDETTO STAMPA Pagani Ambiente: serve trasparenza!

L’azienda speciale “Pagani Ambiente”, con una nota dello scorso 25 ottobre, ha provveduto a rettificare il bando per l’assunzione di un giornalista con il compito di addetto stampa che prevedeva inizialmente un’anomala asta al ribasso più che mortificante per l’intera categoria.
La rettifica, dopo la nostra denuncia, elimina la voce dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’ente ma introduce un criterio di selezione opinabile: la “proposta tecnica in base alle esigenze aziendali”. Si tratta di un criterio di scelta che non tiene minimamente conto del principio della trasparenza. Nel bando, infatti, non si fa alcun cenno ai punteggi minimi e massimi da assegnare ai candidati per titoli, competenze, esperienze e per la “proposta tecnica in base alle esigenze aziendali” che viene richiesta come “offerta” – che sostituisce quella più vantaggiosa per l’ente – da parte dei candidati.
Appare evidente che nella procedura di selezione mancano ancora criteri oggettivi e trasparenti a tutela della categoria.
Il link al bando e alla rettifica: http://www.comune.pagani.sa.gov.it/comunicati/Viewcomunicati.asp?idn=543

Premio giornalistico Mimmo Castellano, il 28 settembre la settima edizione

Giovedì 28 settembre 2017 alle ore 15.30, presso l’Aula consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA), si terrà la settima edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”. La manifestazione – organizzata dall’Assostampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Il premio sarà assegnato a colleghi che nel corso della loro carriera si sono particolarmente distinti nel campo dell’informazione nazionale e locale.
Questa edizione del premio avrà come tema di fondo la tutela della dignità umana e la qualità dell’informazione: sarà posta enfasi sul lavoro di tanti giornalisti che quotidianamente nel loro lavoro sono protagonisti di battaglie di civiltà per la tutela della libertà di informazione. Si tratta di temi che hanno sempre accompagnato la nobile figura di Mimmo Castellano, che ha sempre invitato la categoria dei giornalisti a essere unita e compatta pur nelle diversità d’idee.
Alla manifestazione, oltre a diverse autorità e a consiglieri nazionali e regionali dell’Ordine dei giornalisti, saranno presenti:
- Nicola Marini, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti;
- Ottavio Lucarelli, presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della
Campania;
- Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti.
Nel corso della serata sarà presentato anche il libro “Mimmo Castellano – La forza del giornalismo” a cura di Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo, edizioni Realtà Sannita.
Allieteranno il premio gli intermezzi musicali di Marzia De Nardo con siparietto per un “Omaggio ai giornalisti” testo di Franco Russo – musica di Mario Alfano.

Informazione e violenza di genere, se n’è discusso sabato ad Angri

Informazione e violenza di genere. Se n’è discusso sabato 4 marzo ad Angri, in occasione del corso di aggiornamento gratuito professionale per giornalisti organizzato e promosso dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti, dall’Ordine dei giornalisti della Campania in collaborazione con l’Assostampa Campania Valle del Sarno.
L’incontro, che si è svolto presso la Casa del Cittadino in piazza Doria ad Angri, ha visto la partecipazione di numerosi giornalisti.
Nel corso della mattinata, dopo il saluto del sindaco del Comune di Angri Cosimo Ferraioli, si sono susseguiti gli interventi di Ottavio Lucarelli, Salvatore Campitiello, Lucia De Cristofaro, e Pippo della Corte. Sul tema hanno relazionato Anna Malinconico, docente universitaria, esperta in prevenzione della violenza di genere, Agnese Rocca, psicologa del gruppo centro antiviolenza e Raffaella D’Antuono psicoterapeuta e giornalista.
Il presidente Salvatore Campitiello ha concluso il convegno illustrando ai presenti il “Decalogo del giornalista sulle problematiche della violenza di genere”, approvato a dicembre dal Consiglio nazionale dell’Ordine. “Il documento – ha sottolineato Campitiello – richiama il giornalista all’uso del linguaggio corretto, cioè rispettoso della persona, scevro di pregiudizi e stereotipi, a un’informazione precisa e dettagliata utile alla comprensione della vicenda, delle situazioni, della loro dimensione sociale”.
Nel corso della manifestazione, l’Assostampa ha consegnato riconoscimenti a Giovanni Selvino e Vito Pinto, rispettivamente per i loro 28 e 38 anni di iscrizione all’Ordine dei giornalisti. Ricordato anche il dottor Enzo Campanile, un professionista di Angri scomparso recentemente, che ha sempre profuso notevole impegno in favore dell’Assostampa.

A questo link sono disponibili le foto (scattate da Paolo Novi):

http://www.facebook.com/pg/Eventi-Comune-di-ANGRI-721089021293603/photos/?tab=album&album_id=1255387581197075

“Giornalismo e violenze di genere: quali comportamenti”, formazione ad Angri il 4 marzo

Sabato 4 marzo alle ore 9 presso la Casa del Cittadino in piazza Doria ad Angri (SA) si terrà il corso di aggiornamento gratuito sul tema “Giornalismo e violenze di genere: quali comportamenti”.
Previsti gli interventi dei giornalisti Ottavio Lucarelli, Mimmo Falco, Lucia De Cristofaro, Pippo Della Corte, Raffaella D’Antuono e Salvatore Campitiello. Sul tema relazioneranno Anna Malinconico, docente universitaria, esperta in prevenzione della violenza di genere, e Agnese Rocca, psicologa gruppo centro antiviolenza.
La durata del corso è di 4 ore. Ai giornalisti partecipanti (max 90) saranno assegnati 4 crediti formativi.
Sarà possibile iscriversi al corso, tramite piattaforma Sigef, da domani 22 febbraio e fino a mercoledì 1 marzo.
Nei pressi della Biblioteca è disponibile il parcheggio presso l’area ex MCM, raggiungibile da via Cotoniere o anche da via Risi.

Deontologia e responsabilità penale dell’informazione, corso a Nocera Inferiore

Da oggi è possibile iscriversi al corso di formazione sul tema “Confini tra deontologia e responsabilità penale dell’informazione su internet”. Il corso si terrà sabato 28 gennaio alle ore 9 presso la Sala parrocchiale di San Giovanni Battista in via Cicalesi n.56 (alle spalle dell’Inps). Le iscrizioni sono aperte fino al 24 gennaio.
All’incontro di formazione sono previste le relazioni dei giornalisti Ottavio Lucarelli, Mimmo Falco e Salvatore Campitiello e degli esperti Antonio Cantelmi e Mario Ianulardo.
La durata del corso è di 4 ore. Ai giornalisti partecipanti saranno assegnati 6 crediti formativi.

Un dicembre ricco di premi per i giornalisti

Il mese di dicembre è stato ricco di premi per i giornalisti.
Ecco tutte le premiazioni che hanno riguardato colleghi ed amici.

A Pagani si è svolta lo scorso 27 dicembre la Quarta edizione del premio impegno “Peppe Caso”. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale e Musicale “Vierse”, e fortemente voluta dal figlio di Peppe Caso, Giovanni, si è svolta presso l’Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori.
Per la sezione giornalisti, sono stati consegnati riconoscimenti:
– alla memoria di Salvatore Scarano
– allo scrittore Roberto Ritondale
– alla carriera a Salvatore Campitiello

premio-caso-1

premio-caso-2


XIII Edizione del Premio Angri, ideato e diretto da Giuseppe Novi
Nell’occasione, il presidente dell’Assostampa, Salvatore Campitiello, è stato invitato a premiare la testata giornalistica Angri News per la categoria “informazione locale”. La redazione è composta da Luigi D’Antuono (direttore responsabile), Giuseppe Afeltra (redattore) e Jean Franck Parlati (reporter).

foto-5premio-2016citta-angri


Nel convento francescano di Lustra, si è svolta la IX edizione del premio di giornalismo ‘Giuseppe Ripa’, organizzato dalla Pro-Loco San Martino Cilento (Laureana C.), attenta a promuovere il territorio e le sue meraviglie.
Al timone della serata Silvio Cossa, affiancato dal presidente della Pro-Loco, Angelo Niglio
Nell’occasione, sono stati premiati i giornalisti: Guido Carione, Giuseppe Conte, Francesco Grillo, Barbara Kornfeld, Antonietta Nicodemo, Vincenzo Pepe, Ornella Trotta e Clemente Ultimo.
fb_img_1481540668345

Lunedì a Napoli la presentazione del libro “Mimmo Castellano – La forza del giornalismo”

invito_libro_castellanoLunedì 19 dicembre 2016, alle ore 9, presso l’Emeroteca Tucci di Napoli (Piazza Matteotti, 2), si terrà la conferenza stampa di presentazione di una pubblicazione sul giornalista Mimmo Castellano, scomparso il 18 giugno del 2008.
Titolo del libro: “Mimmo Castellano – La forza del giornalismo” a cura di Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo, edizione Realtà Sannita.
Nel volume si rievoca – con testimonianze di giornalisti e amici dello scomparso – la figura di un giornalista pubblicista molto noto e stimato, amato non solo in Campania ma in tutta Italia.
Nato a Napoli nel 1935 e vissuto a Castellammare di Stabia, Mimmo Castellano ha operato per oltre un quarantennio, fino agli inizi del duemila, nel mondo dell’informazione con alti incarichi nella Federazione Nazionale della Stampa Italiana dove fu vice segretario nazionale e segretario generale aggiunto e, nell’Ordine vice presidente del consiglio della Campania.
Nel libro il ricordo di Castellano e della sua opera è affidato alla penna di illustri colleghi giornalisti sia professionisti, sia pubblicisti. Questi ultimi meno conosciuti ma non per questo meno importanti, che hanno operato e operano nel mondo dell’informazione; una categoria che Mimmo Castellano aveva sempre difeso fino all’ultimo giorno della sua scomparsa.
La pubblicazione riporta le testimonianze del presidente dell’Ordine Nazionale, Enzo Iacopino, di Beppe Giulietti, presidente della FNSI, e poi ancora di Mimmo Falco, Ottavio Lucarelli, Franco Siddi, Giancarlo Tartaglia, Annamaria Barbato Ricci, Pino Blasi, Elisabetta Bruno, Marco Caramagna, Clemente Carlucci, Angelo Ciaravolo, Pasquale Cirillo, Gianfranco Coppola, Ermanno Corsi, Marcello Curzio, Antonio De Caro, Giuseppe De Girolamo, Vera De Luca, Armando De Rosa, Maurizio De Tilla, Lorenzo Del Boca, Pippo Della Corte, Nicola Di Monaco, Nino Di Somma, Ezio Ercole, Gianpaolo Esposito, Daniela Faiella, Gino Falleri, Mauro Fellico, Giovanni Fuccio, Gennaro Guida, Peppe Iannicelli, Gaetano Imparato, Mimmo Marcozzi, Vincenzo Massa, Sigismondo Nastri, Rita Occidente Lupo, Gennaro Pane, Enrico Paissan, Giuseppe Petrucciani, Franco Po, Attilio Raimondi, Riccardo Rampolla, Annamaria Riccio, Vittorio Roidi, Barbara Ruggiero, Nino Ruggiero, Francesco Russo, Mimmo Santonastaso, Antonio Sasso, Mario Vassalluzzo, Carlo Verna, Luigi Zappella.
Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo autori e curatori del libro, in collaborazione con Mimmo Falco e con l’Assostampa Campania Valle del Sarno, hanno raccolto e messo in ordine i vari contributi e tracciato un profilo di Castellano, l’uomo e il giornalista, con il quale hanno collaborato intensamente durante tutto il suo percorso terreno, umano e sindacale. Nella rassegna è presente anche il sentito ricordo del nipote, Claudio Lapice.
Il volume è corredato di fotografie, resoconti di tutte le manifestazioni di premiazione del “Premio Giornalistico Mimmo Castellano” giunto alla sesta edizione e istituito dall’Associazione Giornalisti Campania Valle del Sarno della quale è presidente Salvatore Campitiello.
Nell’occasione dell’evento, sarà presentato anche l’Inno nazionale dei giornalisti. Autori dei versi Franco Russo e della musica il maestro Mario Alfano.

Premio Castellano, il resoconto della Sesta edizione

ceramica-premioOggi più che mai è fondamentale che i giornalisti restino uniti nelle battaglie per la tutela della professione. Un invito, un monito rivolto a tutti, alla stregua del famoso “affasciamoci” con cui Mimmo Castellano invitava tutti gli operatori dell’informazione all’unità. È stato questo il leitmotiv della Sesta edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”, che si è svolto nell’aula consiliare del comune di Castel San Giorgio.
Alla manifestazione – che intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana – hanno preso parte rappresentanti nazionali e regionali della categoria.

premio-a-gennaro-sangiuliano

Enzo Iacopino e Mimmo Falco premiano Gennaro Sangiuliano

Nel corso della serata sono stati consegnati riconoscimenti a giornalisti che si sono particolarmente distinti nel panorama dell’informazione nazionale e locale.
Il premio alla carriera è stato consegnato a Gennaro Sangiuliano, vicedirettore Tg1. Ecco l’elenco dei premiati.

premio-a-gaetano-imparato

Alessandro Savoia, Gaetano Imparato, Barbara Ruggiero, Massimiliano Musto e Giuseppe De Caro

premio-a-gianfranco-coppola-n-2

Daniela Apuzza, Gianfranco Coppola e Livio Pastore

Sezione Sport: Gianfranco Coppola, redattore Tgr Campania e Gaetano Imparato, redattore de “La Gazzetta dello Sport”.

premio-al-prof-aurelio-musi-1

Carlo Verna e Gigi Di Mauro consegnano il riconoscimento ad Aurelio Musi

Sezione Cultura: Aurelio Musi, editorialista delle pagine napoletane di “la Repubblica”.

premio-a-don-maurizio-patriciello

Francesco Ferraro e Santino Franchina con don Maurizio Patriciello

Sezione Impegno Sociale: padre Maurizio Patriciello, collaboratore di “Avvenire”.

premio-a-federica-angeli

Ottavio Lucarelli, Federica Angeli e Gianfranco Izzo

Sezione Inchieste: Federica Angeli, redattrice de “la Repubblica”.

premio-a-vania-de-luca

Enzo Iacopino e il vescovo Giuseppe Giudice consegnano il premio a Vania De Luca

14691242_738613409624360_7704870744622564173_o

Attilio Raimondi premiato da Luigi Usai e Mario Orlando

Sezione Rappresentanti di categoria: Attilio Raimondi, componente di Cnog, Fnsi e Inpgi e Vania De Luca, di “RaiNews24” e presidente UCSI.
Quest’anno è stata istituita per la prima volta la sezione “alla memoria”, con riconoscimenti consegnati ai familiari di Vera De Luca, Ugo Di Pace, Francesco Fasolino e Giancarlo Siani.
Nel corso del pomeriggio ci sono stati gli interventi del presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino e del suo vice presidente, Santino Franchina; del presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli; del presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco; e del presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, Salvatore Campitiello.
Tutti hanno rimarcato l’importanza dell’unità della categoria in un momento particolare per l’informazione e per l’Ordine professionale, alla luce della legge di riforma del settore dell’editoria approvata di recente da Camera e Senato. Partendo dal caso di Federica Angeli, sotto scorta per una serie di inchieste e di denunce fatte dalle colonne de “la Repubblica”, l’attenzione dei relatori è stata incentrata anche sulle continue intimidazioni, minacce e querele temerarie di cui purtroppo i giornalisti sono vittime.
Al termine della serata, Campitiello ha inteso consegnare anche un riconoscimento al Vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno, mons. Giuseppe Giudice; all’ex Procuratore della Repubblica di Nocera Inferiore, dott. Gianfranco Izzo; e al tenente colonnello dell’esercito Luigi Usai della Divisione Acqui.
Alla manifestazione – organizzata dall’Assostampa Campania Valle del Sarno con il patrocinio di Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Movimento Unitario Giornalisti, Provincia di Salerno e Comune di Castel San Giorgio – hanno preso parte numerosi consiglieri nazionali e regionali dell’Ordine dei giornalisti e rappresentanti della categoria.
Gli interventi musicali di Marzia De Nardo hanno allietato l’evento, presentato dai giornalisti Daniela Apuzza e Giuseppe De Caro.

Premio Castellano, appuntamento il 20 ottobre a Castel San Giorgio

Foto di Mimmo CastellanoGiovedì 20 ottobre 2016, alle ore 16, nell’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA), si terrà, organizzato dall’Assostampa Campania Valle del Sarno, il Premio Giornalistico intitolato alla memoria di Mimmo Castellano.
L’evento – organizzato con il patrocinio dell’Ordine Nazionale dei giornalisti, dell’Ordine dei giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, della Provincia di Salerno e del Comune di Castel San Giorgio – intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già Vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e Segretario Generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Castellano è stato pioniere nel campo del Sindacato della categoria, nonché promotore di numerose battaglie, vinte grazie all’impegno e alla tenacia con cui affrontò gli svariati problemi del mondo dell’informazione.
Il Premio verrà assegnato a colleghi che, nel corso della carriera, si sono particolarmente distinti nel panorama dell’informazione nazionale. Non trascurati, nell’ottica di una più ampia visione di un lavoro difficile, spesso poco gratificante, anche colleghi che operano nell’informazione locale – vera palestra di frontiera – che si sono distinti nell’arte della verità e del buon giornalismo, nonostante il difficile e insidioso ambiente in cui operano.
Alla manifestazione, oltre a diversi consiglieri nazionali e regionali dell’Ordine dei giornalisti, interverranno:
– Enzo Iacopino, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti;
– Ottavio Lucarelli, Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania;
– Mimmo Falco, Presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti;
– Santino Franchina, Vicepresidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

Nel corso della manifestazione sono previsti intermezzi musicali di Marzia De Nardo.