Premio Castellano rinviato al 2021

A causa dell’attuale situazione sanitaria, siamo costretti a rinviare la X edizione del Premio Giornalistico intitolato alla memoria di “Mimmo Castellano”.
La premiazione slitterà al 2021, non appena la situazione sanitaria del nostro Paese ci consentirà di realizzare la cerimonia.

Bando per ADDETTO STAMPA Pagani Ambiente: serve trasparenza!

L’azienda speciale “Pagani Ambiente”, con una nota dello scorso 25 ottobre, ha provveduto a rettificare il bando per l’assunzione di un giornalista con il compito di addetto stampa che prevedeva inizialmente un’anomala asta al ribasso più che mortificante per l’intera categoria.
La rettifica, dopo la nostra denuncia, elimina la voce dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’ente ma introduce un criterio di selezione opinabile: la “proposta tecnica in base alle esigenze aziendali”. Si tratta di un criterio di scelta che non tiene minimamente conto del principio della trasparenza. Nel bando, infatti, non si fa alcun cenno ai punteggi minimi e massimi da assegnare ai candidati per titoli, competenze, esperienze e per la “proposta tecnica in base alle esigenze aziendali” che viene richiesta come “offerta” – che sostituisce quella più vantaggiosa per l’ente – da parte dei candidati.
Appare evidente che nella procedura di selezione mancano ancora criteri oggettivi e trasparenti a tutela della categoria.
Il link al bando e alla rettifica: http://www.comune.pagani.sa.gov.it/comunicati/Viewcomunicati.asp?idn=543

L’importanza dell’uso delle parole: riflessione a margine del convegno di venerdì a Napoli

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le parole sono importanti soprattutto quando si scrive di violenza di genere. Anche di questo si è parlato nel corso di un incontro di formazione per giornalisti svoltosi venerdì pomeriggio nei locali dell’Academy School di Piazza Amore a Napoli. Il corso sul tema “Crimini e mass media tra stereotipi e ambiguità” ha visto la partecipazione di illustri relatori ed è stato moderato da Mimmo Falco, vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e presidente Corecom Campania.

Dopo i saluti di Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti Campania, di Eduardo Maria Piccirilli, presidente dell’Academy School, e di Salvatore Campitiello, presidente Assostampa Campania Valle del Sarno, il dibattito tra i relatori è entrato nel vivo. Il Questore di Napoli, Antonio De Iesu, nel suo intervento ha evidenziato – tra l’altro – l’importanza dello sport come strumento di prevenzione alla violenza, specie nei luoghi di disagio sociale.

Virginia Ciaravolo, psicoterapeuta e criminologa, – centrale il suo intervento ai fini dell’aggiornamento- si è soffermata sull’importanza dell’uso corretto delle parole quando si scrive di violenza di genere: “Anche scrivere ‘omicidio passionale’ non è corretto perché si fa riferimento indirettamente al delitto d’onore – ha spiegato nel corso del sul intervento Ciaravolo – Nelle cronache spesso i giornalisti usano delle frasi fatte che sembrano voler giustificare l’autore di un delitto: ‘disoccupato’, ‘depresso’, ‘in preda a un raptus’. Spesso l’uomo da carnefice diventa vittima. La descrizione della realtà nel suo complesso, al di fuori di stereotipi e pregiudizi, è il primo passo per un profondo cambiamento culturale della società e per il raggiungimento della reale parità”.

Il giornalista de Il Mattino, Leandro Del Gaudio, ha focalizzato il suo intervento sulla cronaca e sulla deontologia giornalistica, di fondamentale importanza per chi esercita questa professione.

L’avvocato Nicodemo Gentile ha chiuso i lavori presentando il suo libro “Laggiù tra il ferro. Storie di vita, storie di reclusi”, e ponendo l’accento sulle violenze in ambito carcerario.

(Foto di Luciano Squitieri)

Venerdì 16 febbraio presentazione del libro “Mimmo Castellano. La forza del giornalismo” a Salerno

Mimmo Castellano tra i maggiori esponenti del modo sindacale della FNSI al congresso del 1992 a Pugnochiuso

Al via la prima edizione de i “Libri in TEATRO”, una rassegna letteraria di forte spessore culturale, ideata da Francesco Grillo, direttore e curatore della rassegna “Raitolibri” e da Claudio Tortora, direttore artistico del Teatro dell’Arti di Salerno. Chiamati alla presentazione sono stati le opere di autori affermati e diversi scrittori emergenti nei più variegati generi. Ad ospitarli saranno i locali dell’ormai tempio della cultura e dell’arte in genere de il Teatro dell’Arti di Salerno. Anche quest’anno la Direzione artistica si avvarrà della collaborazione del Consiglio studenti del Dipsum (Associazione studentesca Futura) dell’Università di Salerno rappresentato da Stefano Pignataro. “La rassegna – spiega Francesco Grillo- ha l’intento di avvicinare sempre più le persone alla lettura dei libri, stimolandole attraverso la novità ed il fascino del palcoscenico”.
Il primo libro, “Mimmo Castellano. La forza del giornalismo” sarà presentato venerdì 16 marzo alle ore 18,30 dal giornalista Pino Blasi. Saranno presenti Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo, che hanno curato la pubblicazione e l’editore Giovanni Fuccio di Realtà Sannita.
Il libro raccoglie tantissime testimonianze di giornalisti che descrivono con efficacia l’azione sindacale e di rappresentanza nell’Ordine e nella Federazione Nazionale della Stampa Italiana del collega pubblicista campano Mimmo Castellano.
Castellano, leader dei giornalisti pubblicisti italiani, è stato vice segretario nazionale e segretario nazionale aggiunto della FNSI. Scomparso il 16 giugno 2008 ha lasciato al giornalismo italiano un patrimonio di idee, di operosità e di comportamenti riconosciuto da tutto il mondo giornalistico.
Non senza difficoltà Mimmo Castellano, infine, si è sempre battuto per un’unità non di facciata, né opportunistica, tra tutti giornalisti italiani e dei loro organismi di rappresentanza, per incidere al meglio l’azione sindacale e quindi di tutela della categoria al fine di migliorare l’informazione al cittadino.
Presenzieranno alla presentazione del libro, la famiglia di Mimmo Castellano e alcuni dirigenti sindacali e dell’Ordine dei giornalisti.

Scuola e Giornalismo a braccetto con l’Assostampa Campania Valle del Sarno al Liceo “Gallotta” di Eboli

L’Assostampa Campania Valle del Sarno ha fatto visita al Liceo Scientifico “Gallotta” di Eboli, diretto da Anna Gina Mupo, apprezzando positivamente l’interessante progetto triennale che ha visto coinvolti gli studenti in un percorso di alternanza scuola-lavoro. Un progetto che ha ampiamente e decisamente valorizzato la comprensione del mondo dell’informazione, potenziando le abilità comunicative degli alunni ed offrendo loro la possibilità di acquisire importanti competenze spendibili nel mondo del lavoro.
Guidati dai tutor, il giornalista Nicola Castorino e dalla docente Angela D’Angelo, i giovani redattori hanno intrapreso e completato un percorso formativo volto alla promozione sperimentale di un’avvincente attività professionale con l’obiettivo di curare un giornale d’Istituto “La Voce delle Scuole” in sinergia anche con Le Cronache di Salerno diretto da Tommaso D’Angelo. Un giornale che offre ottimi spunti, dall’editoriale all‘intervista, dal servizio di inchiesta all’approfondimento, dall’articolo di cronaca all’attualità, dalle problematiche giovanili alle attività svolte nell’Istituto e poi spazio alle rubriche sportive e di arte, cultura e spettacolo. Attraverso un attento reperimento di notizie, verifica della correttezza e completezza dei dati, c’è stata un’interessante progettazione giornalistica ricca di articoli, vignette e contenuti fotografici ben strutturati.
Salvatore Campitiello, presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno e consigliere dell’ Ordine Nazionale, attraverso esempi concreti ha fatto comprendere agli studenti la bellezza ma anche la complessità di questo mestiere fatto di verità e rispetto di regole deontologiche, nonché la professionalità che deve animare un giornalista. “L’Ordine dei giornalisti – ha dichiarato Campitiello – ritiene sì importante la lettura dei giornali nelle scuole, ma fondamentale la costruzione degli stessi in tutti gli istituti di ogni ordine e grado. Perché gli insegnanti giornalisti e gli allievi hanno il tempo di far conoscere a fondo tutte le problematiche connesse alla professione-missione di giornalista. Dato importante è far comprendere il valore dell’informazione, cioè raccontare nei resoconti informativi la verità nel rispetto della dignità di ogni persona. Ciò aiuterà a crescere la formazione critica di ognuno per consentirgli di farlo decidere con autonomia e coscienza”.
Altra tematica importante cui mira il progetto scolastico è l’importanza di una corretta e controllata fonte della notizia. A tal proposito è intervenuta anche Brigitte Esposito, giornalista dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, conduttrice per diversi anni del concorso “Fare il giornale nelle scuole”, che ha illustrato agli studenti il bello, il brutto e il cattivo uso dei social. È fondamentale insegnare ai ragazzi a comprendere il proprio territorio attraverso l’informazione, ma anche stimolarli continuamente attraverso un’intelligente lettura critica delle notizie con un utilizzo consapevole delle tecniche dell’informazione e delle tecnologie digitali. Il giornale, oggi, non è più soltanto cartaceo, le notizie non solo si possono cercare in tempo reale su rete e social network, ma spesso, grazie alle nuove tecnologie, ci giungono fin sullo smartphone anche quando non specificamente richieste. È necessario, dunque, stare attenti alle fonti e sviluppare un pensiero critico per non cadere nelle trappole di bufale e cattiva informazione.

Nuovo corso di formazione per giornalisti: iscrizioni dal 9 al 23 gennaio

Si terrà venerdì 26 gennaio 2018, dalle 15 alle 19 presso il centro Iuvenescit Ecclesia di via Napoli n.160 a Nocera Inferiore, il corso di formazione per giornalisti sul tema “La deontologia professionale al tempo del web. Odio, bufale, bullismo” (6 crediti).

Relazioneranno sul tema: Bruno Mastroianni, Giuseppe Blasi, Ottavio Lucarelli, Mimmo Falco, Salvatore Campitiello, Emiliana Senatore e Salvatore D’Angelo.
Sarà possibile iscriversi al corso – solo ed esclusivamente tramite piattaforma Sigef – da domani, martedì 9 gennaio, fino a esaurimento posti (max 150 partecipanti) e comunque non oltre la data di martedì 23 gennaio.

Esperto in giornalismo con laurea in informatica: la scuola ritiri il bando

Siamo all’assurdo: un informatico dovrebbe insegnare giornalismo a scuola.
È quanto emerge dall’“avviso di selezione per reclutamento Esperti esterni nell’ambito del progetto ‘MiniOlimpiadi tra creatività e legalità’” pubblicato sul sito del Secondo Circolo Didattico di Mercato San Severino (SA).
È una situazione mortificante per l’intera categoria dei giornalisti che l’Assostampa intende difendere.
Con tutto il rispetto per gli informatici, ci chiediamo perché un esperto un esperto di sistemi informatici dovrebbe insegnare giornalismo? Quali competenze ha in materia tali da richiedere come titolo di accesso alla selezione la laurea in informatica a scapito di giornalisti e/o laureati in Comunicazione?
Chiediamo chiarezza al dirigente dell’istituto scolastico e lo invitiamo a ritirare il bando per modificare i titoli di accesso.

Premio giornalistico Mimmo Castellano, il 28 settembre la settima edizione

Giovedì 28 settembre 2017 alle ore 15.30, presso l’Aula consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA), si terrà la settima edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”. La manifestazione – organizzata dall’Assostampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Il premio sarà assegnato a colleghi che nel corso della loro carriera si sono particolarmente distinti nel campo dell’informazione nazionale e locale.
Questa edizione del premio avrà come tema di fondo la tutela della dignità umana e la qualità dell’informazione: sarà posta enfasi sul lavoro di tanti giornalisti che quotidianamente nel loro lavoro sono protagonisti di battaglie di civiltà per la tutela della libertà di informazione. Si tratta di temi che hanno sempre accompagnato la nobile figura di Mimmo Castellano, che ha sempre invitato la categoria dei giornalisti a essere unita e compatta pur nelle diversità d’idee.
Alla manifestazione, oltre a diverse autorità e a consiglieri nazionali e regionali dell’Ordine dei giornalisti, saranno presenti:
- Nicola Marini, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti;
- Ottavio Lucarelli, presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della
Campania;
- Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti.
Nel corso della serata sarà presentato anche il libro “Mimmo Castellano – La forza del giornalismo” a cura di Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo, edizioni Realtà Sannita.
Allieteranno il premio gli intermezzi musicali di Marzia De Nardo con siparietto per un “Omaggio ai giornalisti” testo di Franco Russo – musica di Mario Alfano.

Solidarietà Speranza

Esprimiamo vicinanza e solidarietà al collega Davide Speranza per una vile aggressione subita qualche giorno fa a Pagani.
Davide, brillante collaboratore del quotidiano “La Città di Salerno”, è stato vittima di un’aggressione in pieno centro cittadino a opera di una persona oggetto, in passato, di cronache giornalistiche volte a esaltare aspetti positivi della sua professione.

Ci auguriamo che si faccia al più presto luce sull’intera questione e che le Istituzioni diano un segnale chiaro: episodi del genere sono inammissibili. L’informazione è e resta un bene inestimabile per la nostra società.

Il 6 maggio corso di aggiornamento su “Sicurezza alimentare e informazione”

Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione sul tema “Sicurezza alimentare e informazione”. Il corso si terrà sabato 6 maggio con inizio alle ore 9 presso l’Aula Magna del Convitto Nazionale “Torquato Tasso” di Salerno, sito in Piazza Abate Conforti n. 22.
Le iscrizioni saranno aperte fino a giovedì 4 maggio.
All’incontro di formazione sono previste le relazioni dei giornalisti Ottavio Lucarelli, Mimmo Falco, Salvatore Campitiello ed Elia Fiorillo e degli esperti Zefferino Monini, Mauro Meloni, Luisa Pantaleo e Massimo Occhinegro.
La durata del corso è di 4 ore. Ai giornalisti partecipanti saranno assegnati 4 crediti formativi.