Don Mario Vassalluzzo non è più. L’Assostampa Campania Valle del Sarno piange il suo presidente onorario

VassalluzzoÈ morto nella scorsa notte Monsignor Mario Vassalluzzo, Vicario generale della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno per oltre un ventennio. Avrebbe compiuto 84 anni il prossimo 12 agosto. Era stato ordinato sacerdote nel 1955. Ha accompagnato tutto l’episcopato del Vescovo emerito, S.E. Rev.ma Monsignor Gioacchino Illiano, prima come collaboratore e poi come Vicario generale.
È stato anche accanto al Vescovo, S.E Rev.ma Monsignor Giuseppe Giudice, come Delegato ad omnia nel primo anno di episcopato.
Uomo nobile e di grande cultura, originario di Casalvelino, ma da decenni residente a Roccapiemonte, era storico, giornalista e scrittore di oltre trenta libri.
I funerali si terranno domani mattina (mercoledì 5 marzo) alle ore 11.00 nella parrocchia San Giovanni Battista di Roccapiemonte e saranno presieduti da S.E Rev.ma Monsignor Giuseppe Giudice.
Conferimento del Premio giornalistico
A Pagani presso il Circolo Unione il 7 febbraio 2011 a don Mario Vassalluzzo fu conferito da parte dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, di cui era presidente onorario, il premio giornalistico nazionale alla carriera intitolato a Mimmo Castellano. Nell’occasione, don Mario Vassalluzzo così fu presentato:
“Un incipit da S. Tommaso: – dal momento che l’uomo è un animale sociale, naturalmente ogni uomo deve all’altro ciò senza di cui la società umana non potrebbe sussistere. Ma gli uomini non potrebbero convivere se non fossero in grado di credersi reciprocamente nella mutua manifestazione della verità-.”
È questo il contesto etico in cui si è svolta la oltre cinquantennale attività di giornalista di don Mario Vassalluzzo.
Egli ha inteso il giornalismo come un “mestiere”, nel senso di ministerium, di servizio agli altri.
Don Mario, agli esordi collaboratore di Avvenire, il Mattino, il Roma e a partire dal 1980 de L’Osservatore Romano, nel dicembre 1962 dà vita ad un periodico, Ribalta giovanile. Nel 1975 fonda la Ralivas, la prima radio libera della Valle del Sarno, mentre a Casalvelino la radio Crd (Cilento radio diffusione). Nel 1980 è la volta di Telerocca, con servizi giornalistici sul sisma del 1980.
Passato poi a compiti di guida per le nuove generazioni di cronisti, Don Mario prosegue la sua opera da direttore responsabile del Bollettino Diocesano e di altri periodici quali La voce della carità, Il ponte, Realtà sociale, Tangram, Il labirinto, Insieme.
Don Mario, nel suo percorso giornalistico, ha dimostrato di saper intuire la trasformazione profonda dei mezzi di comunicazione, attuando per un verso una riflessione sui vari campi della cronaca e dell’attualità, per un altro verso rendendo concreta una teoria del senso e del valore della persona.

Inaugurata la sede della nostra Assostampa

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Associazione Giornalisti Campania della Valle del Sarno ha inaugurato ieri la propria sede nella magnifica Villa Calvanese di Castel Sangiorgio. La cerimonia ha avuto tre momenti celebrativi. C’è stato il taglio del nastro da parte di S.E. Giuseppe Giudice, Vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno, affiancato dal sindaco di Castel San Giorgio, Franco Longanella e dal presidente dell’Assostampa, Salvatore Campitiello con visita ai due locali che la stessa amministrazione comunale sangiorgese ha inteso concedere in comodato d’uso.
Dopo la benedizione della sede, gli intervenuti si sono spostati al primo piano del Palazzo Calvanese dove, in una sala gremita fino all’inverosimile, ci sono stati brevi interventi di Salvatore Campitiello, del Vescovo Giudice, del sindaco Franco Longanella, di Claudio Ciotola, fresco di nomina al prestigioso incarico nella giunta esecutiva dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, del senatore Giuseppe Esposito, di Vincenzo Cimino, consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, proveniente dal Molise e, in chiusura, di Mimmo Falco, componente della giunta esecutiva della Federazione Nazionale della Stampa. Monsignor Giudice ha plaudito all’iniziativa associativa augurando ogni bene e rimarcando il ruolo che la stampa deve avere nella delicata professione “che – ha detto – deve essere intesa soprattutto come una vocazione”.
Auguri e felicitazioni anche da parte del sindaco Longanella, che si è dichiarato onorato di poter ospitare nella sua città l’Associazione dei Giornalisti. Il presidente Salvatore Campitiello ha speso qualche parola in più e, tra le varie cose, ha affermato: “l’Assostampa intende fare sistema in modo che la Valle del Sarno possa, attraverso ‘la buona comunicazione’, veicolare un’informazione positiva in grado di attrarre anche un turismo qualificato e sostenibile. Per fare questo, partiremo (e abbiamo, a dire il vero, già cominciato) anche dagli studenti, portando il giornalismo nelle scuole”. Campitiello si è poi soffermato sul ruolo che il giornalismo deve svolgere tra la gente e ha quindi concluso: “L’Assostampa non sarà un palazzo d’avorio impenetrabile, ma una sede aperta e di riferimento quotidiano per tutti i ceti sociali, imprenditoriali, istituzionali e di tutta l’opinione pubblica. Un’opinione pubblica – sosteniamo con forza – da servire al meglio, raccontando la verità dei fatti attraverso il rispetto della dignità delle persone, mettendo al centro la Costituzione e le nostre Carte deontologiche”.
Molto applaudito, infine, l’intervento di Mimmo Falco, componente della giunta esecutiva della Federazione Nazionale della Stampa, che ha riconosciuto a Salvatore Campitiello grandi capacità organizzative e si è detto certo che l’Associazione saprà imprimere il proprio marchio su future manifestazioni per un sano sviluppo editoriale della comunità della Valle del Sarno.
Il momento finale di una cerimonia breve ma intensa è stato caratterizzato dal taglio della torta e da un caloroso brindisi augurale. Tra gli intervenuti tantissimi colleghi, diverse autorità politiche e amministrative, forze dell’ordine, militari e molte associazioni. Tra i tanti: Ciro Stanzione, responsabile tecnico del Centro Sportivo Italiano di Nocera inferiore nonché fiduciario Coni; il presidente e vicepresidente dell’Associazione Amici di Villa Calvanese, Maristella Caputo e Gaetano Vitolo; Michele Pepe in rappresentanza dell’associazione di protezione civile “Papa Charlie” di Pagani; il portavoce del gruppo dei giornalisti di Avellino, Giuseppe Petrucciani; il consigliere dell’Ussi regionale, Luigi Zappella; i consiglieri nazionali dell’Ordine dei giornalisti, Annamaria Riccio, Riccardo Stravino, Vera De Luca, Alessandro Sansoni; per il sindacato regionale, Mario Orlando.

Castel San Giorgio, 29/06/2013

raccomandazione ai colleghi sulla deontologia professionale

Gentili colleghi,

alla luce di recenti fatti di cronaca che, purtroppo, hanno fatto registrare dei suicidi anche nella Valle del Sarno, vi invitiamo a trattare le notizie con la massima attenzione, rispettando scrupolosamente la deontologia professionale.

Chiediamo a tutti voi di usare la massima prudenza nel trattare ogni singolo caso nel rispetto sia della dignità delle persone, sia del dolore e della privacy a cui hanno diritto le famiglie. Siamo certi che userete massima cautela nella trattazione di ogni singolo argomento per non sollecitare uno spirito di emulazione tra coloro che vivono una fragile condizione psicologica.

Restiamo convinti che un’informazione corretta debba essere alla base della notizia e che rappresenti una rispettosa dignità dei soggetti coinvolti nei fatti di cronaca.

Nocera Inferiore, 07/06/2012

IL PRESIDENTE

(Salvatore Campitiello)

Elezione nuovo Consiglio Direttivo e rinnovo cariche statutarie

Sarà Salvatore Campitiello il presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno per i prossimi quattro anni. I neo eletti soci del Consiglio Direttivo, riuniti in assemblea, hanno nominato presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere. Queste le nuove cariche sociali:

– Salvatore Campitiello, presidente

– Giovanni Navarra, vicepresidente

– Barbara Ruggiero, segretaria

– Livio Pastore, tesoriere

Del Direttivo fanno parte anche: Pietropaolo Califano, Pippo Della Corte, Luigi Di Mauro, Agostino Ingenito, Alfredo Salucci.

Le elezioni si sono svolte lo scorso 25 marzo con il seguente risultato:

Eletti al Consiglio Direttivo: Salvatore Campitiello 61 voti; Barbara Ruggiero 44 voti; Alfredo Salucci 37 voti; Pippo Della Corte 33 voti; Agostino Ingenito 32 voti; Giovanni Navarra 30 voti; Livio Pastore 30 voti; Pietropaolo Califano 28 voti; Luigi Di Mauro 28 voti.

Eletti al Collegio dei Probiviri: Antonio Lombardi 44 voti; Vittorio Giacobello 41 voti; Giovanni Savarese 40 voti.

Eletti al Collegio dei Revisori: Fulvio D’Amico 45 voti; Genoveffa Ruocco 39 voti; Alessandro Sacrestano 37 voti.

Nocera Inferiore, 02/04/2012