Approvato il bilancio in Assemblea

L’Assostampa Campania Valle del Sarno ha approvato all’unanimità il bilancio 2015 e il preventivo 2016.
La riunione si è svolta domenica 15 maggio in un noto locale dell’Agro.
Dopo la relazione del presidente Salvatore Campitiello, sul tema del rinnovo delle cariche sociali si sono registrati interventi di vari colleghi. Sono state chieste modifiche dello Statuto per garantire le quote rosa e per limitare il mandato delle cariche sociali.
Il presidente Campitiello ha rassicurato che le proposte saranno portate all’ordine del giorno nelle prossime assemblee.
In vista delle elezioni per il rinnovo dei vertici dell’Assostampa, coloro che intendono dare un fattivo contributo alla causa dell’associazione possono presentare già la propria candidatura.

Le foto dell’assemblea a cura di Ciro Paolillo:

Marco Contursi vince la quarta edizione del premio gastronomico “Ezio Falcone”

12388019_10205342165821535_1821130696_nMarco Contursi, giornalista di Scafati, socio dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, con la ricetta “Un fusillo che si crede raviolo”, vince la quarta edizione del premio gastronomico ‘Ezio Falcone’, dedicato alla memoria dell’appassionato studioso di storia gastronomica della costiera.L’evento, che ha fatto registrare il sostegno del GAC (Gruppo di Azione Costiera Amalfitano Sorrentino, Regione Campania, Fondo Europeo Pesca), con capofila il Parco dei Monti Lattari, rientra nella tre giorni dedicata alla “Festa della Colatura di alici”, che si tiene a Cetara, e che ha riscosso anche quest’anno una entusiasmante partecipazione. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal sindaco Secondo Squizzato e curata dall’assessore alla Cultura Angela Speranza.

Strage di Parigi, il cordoglio dell’Associazione dei Giornalisti Campania Valle del Sarno

L’Associazione dei giornalisti Campania Valle del Sarno esprime piena solidarietà ai colleghi francesi e alle loro famiglie vittime di un proditorio attentato terroristico.
Il raid effettuato contro la redazione parigina di Charlie Hebdo, settimanale satirico, ha profonde radici terroristiche ed è stato compiuto con lo scopo preciso di cancellare le voci di espressioni e di libertà.
È solo illusorio che quanto avvenuto a Parigi possa influenzare o condizionare il libero pensiero di critica e di opinione, bene supremo di ogni popolo autenticamente democratico.

Premio Giornalistico “Castellano”, appuntamento lunedì 27 ottobre ore 16

10733750_703235596432948_8364908315712165155_o

Si terrà lunedì 27 ottobre 2014 alle ore 16, presso la prestigiosa sede di Villa Calvanese di Castel San Giorgio, la IV edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”.
La Quarta Edizione del Premio è stata insignita della medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica.
La manifestazione – organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Castellano per molti anni ha rappresentato in modo esemplare la categoria dei giornalisti e ha costituito – metaforicamente parlando – una luce sempre accesa per tutti coloro che avevano intrapreso la difficile carriera nell’ambito dell’informazione. Egli è stato, fino all’ultimo momento della sua vita, paladino di mille battaglie sindacali, vinte proprio grazie all’impegno e alla tenacia con le quali ha sempre affrontato i problemi della categoria.
Mimmo Castellano è scomparso il 16 giugno del 2008 a Castellammare di Stabia e l’Assostampa Campania Valle del Sarno, fin dalla sua costituzione, si è proposta di onorarne la memoria con un premio giornalistico, arrivato quest’anno alla quarta edizione.

Il premio sarà assegnato ad alcuni prestigiosi colleghi che nel corso della loro carriera si sono particolarmente distinti in campo nazionale. Non sono stati trascurati, però, nell’ottica di una più ampia visione di un lavoro difficile e spesso poco gratificante, colleghi che hanno operato ed operano nel difficile campo dell’informazione locale, vera palestra di frontiera, e che si sono distinti nell’arte della verità e del buon giornalismo, nonostante gli ambienti spesso difficili in cui si trovano ad operare.

I premiati di quest’edizione:

Premio alla carriera:, Paolo Di Mizio, volto storico di Tg 5, ideatore della Rassegna Stampa; Valentina Santarpia, collaboratrice de “Il Corriere della Sera”; Antonio Sasso, direttore editoriale dell’antico quotidiano “Roma” fondato nel 1862; Massimiliano Amato, giornalista-scrittore; Maurizio D’Elia, caporedattore del quotidiano “La Città”; Carmine Pecoraro, già capo redattore de “Il Salernitano”; Paolo Russo, responsabile della redazione salernitana de “Il Mattino”.

Premio giovane giornalista: Mino Pepe, giornalista pubblicista, responsabile del canale televisivo “Telenuova 2”.

Premio particolare: Carlo Alvino, telecronista di Sky; Francesco Fasolino, giornalista pubblicista, saggista ed uomo di grande cultura umanistica; Ezio Ercole, giornalista pubblicista, uomo di punta nel sindacalismo di categoria.

Premio speciale: Franco Di Mare, conduttore di UnoMattina su Rai1, già inviato speciale per la Rai in occasione di conflitti internazionali negli ultimi 20 anni.

Presenzieranno alla manifestazione: il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino; il presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco, S.E. l’arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno Luigi Moretti e il sottosegretario di Stato alla Giustizia, Cosimo Maria Ferri.

Durante la serata sono previsti intermezzi musicali del complesso Gipsy Quartet composto da Marzia De Nardo, Selene Cantarella, Shaay Mucciolo e Serena Giordano.

Castel San Giorgio, 24/10/2014
IL PRESIDENTE
(Salvatore Campitiello)

L’Assostampa alla presentazione del Movimento Unitario Giornalisti

Foto 1

 

L’Assostampa Campania Valle del Sarno aderisce al Movimento Unitario Giornalisti, nuovo soggetto sindacale presentato ieri mattina a Napoli.
Il Movimento si propone come punto di aggregazione tra le realtà territoriali già esistenti e ha, tra l’altro, l’obiettivo di mettere a disposizione della categoria una serie di servizi a (assistenza legale, fiscale, convenzioni con assicurazioni, medici, palestre…).
La presentazione del Movimento Unitario Giornalisti è avvenutasi ieri mattina a Napoli, presso la sede dell’Ascom in Piazza Carità. All’iniziativa hanno partecipato oltre 500 giornalisti provenienti dalla Campania e dal resto d’Italia.
I relatori hanno sottolineato l’importanza di un organismo che deve saper rivendicare le esigenze dei giornalisti, troppo spesso dimenticate dalla Fnsi, sindacato che – di fatto – oggi non ha rappresentanza nella regione Campania.
Sono intervenuti tra gli altri il presidente e il Segretario dell’Ordine nazionale dei Giornalisti, Enzo Iacopino e Paolo Pirovano; Mimmo Falco, Presidente del Movimento Unitario Giornalisti; Ciro Pellegrino del Coordinamento precari della Campania; Gino Falleri, vicepresidente dell’Odg del Lazio; il presidente dell’Odg della Campania Ottavio Lucarelli; i consiglieri nazionali dell’Odg Campitiello, Ciotola, Conte, De Luca, Ferraro, Musto, Riccio, Sansoni, Savoia, Stravino; i rappresentanti delle associazioni territoriali campane che hanno aderito al movimento e una delegazione di colleghi del Lazio, della Lombardia e del Piemonte.
Il presidente dell’Assostampa Valle del Sarno, Salvatore Campitiello, nel suo intervento, ha rimarcato la voglia di cambiamento e la volontà del Movimento e dei suoi componenti di dare una svolta all’attuale situazione. Campitiello ha parlato di “una ristrutturazione necessaria dalle fondamenta, in un momento storico in cui le umiliazioni per i giornalisti precari sono tante e in cui editori senza scrupoli hanno deciso di calpestare la nostra dignità”.
“Nell’annunciare che l’Assostampa Valle del Sarno affiancherà il Movimento Unitario dei Giornalisti per imprimere ancora più forza sindacale alla categoria e dire con forza basta a soprusi e umiliazioni – ha concluso Salvatore Campitiello – chiediamo con fermezza rispetto come persone che devono non solo vivere con dignità ma che hanno anche il compito di garantire una informazione di qualità”.
A questo link il video del discorso del Presidente ieri a Napoli

Paes, anche l’Assostampa all’incontro con il sottosegretario Velo

Si è svolto un interessante convegno presso Villa Calvanese di Castel San Giorgio con la presenza del sottosegretario di stato all’Ecologia, Silvia Velo, a cura dell’Unione dei Comuni Valle dell’Orco (composta dai Comuni di Bracigliano, Calvanico, Castel San Giorgio, Roccapiemonte, Siano).
E’ intervenuto, tra gli altri, il sindaco di Castel San Giorgio, Franco Longanella, che ha parlato del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), della sua concretizzazione e sulle procedure che i Comuni metteranno in atto per raggiungere e superare l’obiettivo di riduzione del 30 per cento delle emissioni del CO2 entro il 2020.
L’obiettivo consiste nel rimodellare le comunità attraverso la mobilità pulita, la riqualificazione energetica di edifici pubblici e privati con la sensibilizzazione dei cittadini in tema di consumi energetici.
I settori di intervento previsti ed inclusi nel PAES saranno il pubblico, il terziario, il residenziale, i trasporti, la gestione dei rifiuti.
Il sottosegretario ha concluso l’incontro apprezzando il lavoro svolto dai Comuni della Valle dell’Orco ed ha assicurato la vicinanza del Ministero agli interventi in cantiere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

serata conviviale e lancio proposta osservatorio su donne e informazione

Venerdì 27 giugno i giornalisti della Valle del Sarno si sono riuniti per una serata conviviale che li ha visti protagonisti. Al wine bar “FuoriCentro” di Nocera Inferiore, il presidente Campitiello – fortemente sollecitato da un gruppo di giovani giornalisti – ha organizzato un primo incontro mondano dei soci dell’Assostampa. Nell’occasione Campitiello ha lanciato una proposta a tutte le donne presenti: la costituzione di una commissione pari opportunità in seno all’Associazione che abbia l’intento di monitorare e censire le presenze femminili nei vari organi di informazione della Valle del Sarno.
“Lanciamo l’idea di formare una Commissione Pari Opportunità sulla realtà femminile nel mondo dell’informazione della Valle del Sarno – ha spiegato ai presenti il presidente Campitiello – L’idea è di realizzare una “mappa di genere” con indicazioni delle testate esistenti dei giornalisti che le compongono per impegno lavorativo: contratti, collaborazioni, pensionati. Ovviamente con particolare attenzione al mondo delle giornaliste. Chi sono, quante sono, il loro status, età, condizione familiare, figli, barriera lavorativa e sociale presente nel mondo del lavoro difficilmente superabile, che impedisce posizioni di responsabilità. Questo di fatto determina un limite invalicabile per gli strati alti delle carriere schiacciando le donne verso il basso. La conta di quelle donne che hanno raggiunto traguardi impensabili fino a poco tempo fa e la reale possibilità del loro accesso a livelli dirigenziali. Da far emergere, infine – ha spiegato Campitiello – l’aspetto del precariato femminile che non costringa o costringa a scelte drastiche tra famiglia e lavoro. Non respinga, cioè le donne fuori dal mondo del lavoro qualificato o di vertice”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggi l’inaugurazione della nostra sede

971317_10201570299728814_1036140336_n

L’Associazione Giornalisti Campania Valle del Sarno ha finalmente una sede propria. Grazie alla squisita disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Castel San Giorgio, guidata dal sindaco Franco Longanella, i giornalisti che operano nella Valle del Sarno possono usufruire di due accoglienti locali nella storica Villa Calvanese che si trova in località Lanzara del Comune di Castel San Giorgio.
Oggi, venerdì 28 giugno alle ore 18 ci sarà l’inaugurazione della sede con relativa benedizione dei locali e taglio del nastro a cura di S. E. Giuseppe Giudice, Vescovo della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno. “Abbiamo finalmente una nostra sede – dichiara Salvatore Campitiello, presidente dell’Associazione, nonché consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti – e siamo orgogliosi del lavoro svolto fino a questo momento. Credo che, come operatori dell’informazione, dobbiamo sforzarci di incidere sempre di più nell’opinione pubblica che ha bisogno di sentirsi coinvolta in un processo di globalizzazione e di comunione di intenti. Il giornalismo non può essere inteso come un’attività verticistica, ma deve essere partecipativo e deve coinvolgere la parte attiva delle nostre comunità. Deve scendere fra la gente, deve essere la sentinella pronta a carpire ogni fatto, ogni evenienza; deve sentire proprie le varie esigenze della popolazione e mettere in rilievo costantemente sia la buona politica, sia le inevitabili disfunzioni che accompagnano la nostra vita di tutti i giorni. La figura del giornalista deve abbandonare lo stereotipo di chi, negli anni passati, sembrava chiuso in una torre d’avorio per poi emettere sentenze dall’alto di una posizione che è fuori dai tempi. Giornalismo significa partecipazione, presenza, obiettività e spirito di sacrificio. Dovremo tutti sforzarci nel tentativo di migliorarci e dovremo farlo – conclude Campitiello – in nome di una professione che resta sempre affascinante e coinvolgente, anche se viviamo tutti un periodo molto difficile”, Alla cerimonia di inaugurazione hanno assicurato la loro presenza i massimi esponenti dell’Ordine dei Giornalisti e della Federazione Nazionale della Stampa, nonché autorità militari, civili e religiose. Si tratterà di una cerimonia squisitamente formale: taglio del nastro e benedizione dei locali a cura di S.E. Giuseppe Giudice, Vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno. Poi – dopo un breve saluto del sindaco di Castel San Giorgio, Franco Longanella, di Salvatore Campitiello, presidente dell’Associazione Giornalisti Campania della Valle del Sarno e di alcuni componenti dell’Ordine dei Giornalisti e della FNSI, ci sarà il brindisi augurale.

LA SEGRETARIA

Barbara Ruggiero